venerdì 9 settembre 2011

OSCAR ALLA CARRIERA



E' proprio vero che in tempo di crisi tutto viene declassato,persino il premier.C'erano anni,nemmeno tanto lontani,in cui Al nanone teneva fede al suo blasone e poteva vantare un curriculum penale da fuoriclasse:indagini,rinvii a giudizio,reati accertati,ma culo sempre salvato per prescrizione e depenalizzazioni.Oggi,invece,da grande accusato che era, B. si deve accontentare di un ruolo da semplice comprimario : quello di vittima di estorsione o meglio,visto che lui nega di essere stato estorto, quello di persona informata dei fatti.Insomma,Silvio ricorda una di quelle stelle del cinema sul viale del tramonto,uno di quei grandi attori del passato che, al limitare della propria esistenza, viene scritturato per ruoli marginali o piccoli camei.Certo,un grande come lui,non merita un finale così sottotono,un'uscita di scena di così basso profilo.Sarebbe davvero un crepuscolo poco lusinghiero per chi,come Silvio,ha dato nuovo lustro e linfa vitale ad un codice penale di cui,con l'esclusione dell'abigeato e di qualche altro reato bagatellare,può a ragion veduta,definirsi il massimo esperto italiano,altro che Ghedini.Eppure,nonostante l'irreversibile decadenza,quando martedì la Procura di Napoli si trasferirà a Palazzo Chigi per ascoltarne le dichiarazioni in merito alla vicenda Tarantini,Silvio,come ogni fuoriclasse che si rispetti,potrebbe ancora stupirci con un colpo di teatro e tirare fuori l'ultimo jolly,la classica carta della disperazione per tornare a rifulgere d'antica gloria.Infatti,nel ruolo a lui meno congeniale di persona informata dei fatti,il premier non può avvalersi dellla facoltà di non rispondere,avendo solo due alternative: o dire la verità oppure tacere o sparare un mucchio di cazzate.In questa seconda ipotesi,che si configurerebbe nel caso continuasse a sostenere di aver pagato Tarantini non per comprarne il silenzio, ma per aiutare una persona bisognosa che non aveva più neppure i soldi per fare le vacanze a Cortina, potrebbe ritrovarsi indagato per falsa testimonianza.Certo,direte voi,per uno che in passato ha indotto minorenni a prostituirsi,ha corrotto giudici o è stato sulla bocca di tutti i pentiti di mafia degli ultimi vent'anni, raccontare menzogne rappresenta il minimo sindacale,quasi un far di necessità virtù.Ma per uscire dal gorgo dell'anonimato nel quale sta per essere risucchiato, tutto fa brodo.D'altra parte parliamo di uno che si è speso tanto per la storia del crimine italiano e che ormai,alla soglia degli ottant'anni,sarebbe giusto si godesse un pò di meritato riposo.Tuttavia,come il mondo del cinema ci insegna, anche quelle brevi interpretazioni di grandi attori del passato riciclati a fine carriera in particine minori,sono spesso valse consolatori Oscar alla carriera.Che in questi tempi bui per te e per noi,caro Silvio,son comunque grasso che cola.
Blackswan, venerdì 09/09/2011

7 commenti:

Ernest ha detto...

e non è finita qui...

Blackswan ha detto...

Lo spero vivamente,Ernest.

cristiana2011 ha detto...

Si usa negli USA---toh, involontario gioco di parole--- premiare il peggio.
Al nanone si merita un Oscar come
GUITTO mondiale.
Cristiana

Blackswan ha detto...

@ Cristiana2011 : Hai ragione Cristiana, quello è un oscar che vince ininterrottamente da vent'anni :)

indierocker ha detto...

il modo più romantico di uscire di scena... la morte sul palcoscenico!

indierocker ha detto...

...sarebbe bello, no?

Blackswan ha detto...

@indierocker :sarebbe inarrivabile emozione :)Io continuo a sperarci con tutte le mie forze :)