sabato 22 ottobre 2011

SIC TRANSIT DIGNITAS MUNDI

Nella vita, la ricchezza più importante di un uomo è la propria dignità, persa la quale, si è perso tutto.Da questo punto di vista Berlusconi può vantare un deficit incalcolabile.Altro che debito pubblico italiano: il nano ha un debito privato di onore che sgomenta.Prendete, ad esempio, la cruenta morte del suo sodale libico.Sono tre giorni che le televisioni di tutto il mondo trasmettono in loop le immagini della mattanza a cui è stato sottoposto il corpo di Gheddaffi.Scene terribili che, pur riguardando un feroce dittatore, annichiliscono chiunque serbi in cuore anche solo un briciolo di quella che i latini chiamavano “pietas”.Ebbene, Berlusconi, di fronte allo scempio, è stato capace di proferire solo un laconico brocardo : “ Sic transit gloria mundi “ ( come sono effimere le cose mortali ).Come se lui non fosse una cosa mortale, la cui caducità perraltro è prossima; come se quell’uomo, Gheddaffi, non fosse stato in vita suo amico, socio in affari, compagno di merende; come se, non più tardi di un anno fa non gli avesse baciato la mano, in segno di deferente rispetto. Il rispetto, appunto.Un valore che Al Nanone non sa nemmeno dove stia di casa.Un uomo capace di dignità, innanzi al corpo martoriato di un amico, avrebbe detto altro, non un’ inutile e distaccata citazione latina.Un uomo, avrebbe detto : “ A prescindere da ogni valutazione politica, il mio cuore è triste per la morte di Mu’ammar “. Se queste parole fossero uscite dalla bocca del nostro premier, la gente, pur consapevole di chi fosse il dittatore libico, avrebbe compreso, e in qualche modo lo avrebbe anche rispettato.Perchè se è un errore scegliersi gli amici sbagliati, è molto più grave tradirli nel momento della fine.Come se avessimo bisogno di ulteriori prove, B. ci dimostra per l’ennesima volta che per lui il senso della vita è solo quello di un reiterato mercimonio dettato da convenienza. Amicizia, amore, sesso, giustizia, politica, tutto, se conviene, si compra.Così, mentre l’amico libico esce di scena azzannato dalla stessa ferocia con cui aveva governato il proprio paese, il nano, leggiadro come una piuma al vento, va a rendere omaggio a Scilipoti, l’ominide che con il proprio voto tiene in vita un agonico governo. Al congresso dei Responsabili, quando B. entra in scena, è tutto un florilegio di baci, abbracci, pacche sulle spalle, sventolio di bandiere e sorrisi finti.Così come è finto il parterre dei congressisti, composto da figuranti prezzolati, disorientati nel tempo e nello spazio . “ Mimmo ! “,ecco come il premier interloquisce confidenzialmente Scilipoti, un individuo tanto losco e dall’abito etico così miserevole, che le persone perbene sgomiterebbero a sangue pur di tenerlo a debita distanza.Eppure, Mimmo tiene in piedi il governo, Mimmo è la ragione per cui il vecchio satiro continua a sgovernare il paese. Mimmo. Uno che parla in terza persona, che dice di portare la croce, che è l’anello di congiunzione fra l’analfabetismo e la mafia, che bacia i crocefissi e nel contempo stringe la mano al neonazista Saya. Mimmo, che per un voto di fiducia ha preteso, ottenendola, la genuflessione del nano.Sic transit dignitas mundi.


Blackswan, sabato 22/10/2011

10 commenti:

Zio Scriba ha detto...

O, come avrebbe detto il "nostro" premier se qualcuno non l'avesse ben istruito: ford transit gloria guida... :D

(Bello quel congresso, con gentolina con la fascia della fiamma sulla manica, più o meno nel punto in cui altri portavano la svastica...)

Alberto ha detto...

Scilipoti sta dando dei punti a Vanna Marchi. Del resto il signor B non è un venditore?

Ezzelino da Romano ha detto...

Io lo so che l'odio non è un bel sentimento, ma Scilipoti davvero non lo sopporto.
Con quegli occhietti che sembrano voler prendere per il culo chiunque (come in effetti accade), con il suo nulla politico che non sia la miope convenienza dell'attimo in corso, con i suoi improbabili cortigiani e con la presenza sistematica dei neofascisti a bordo campo.
Avremo anche commesso molti peccati, ma non così gravi da meritare un cialtrone del genere.
Quanto al latinorum sfoggiato da B., che dire?
Gheddafi non era un suo amico, era uno con cui gli conveniva fare la faccia bella, e la convenienza è tutto ciò che interessa al nostro.
E il commento tutto sommato ci può anche stare.
Dittatori temibili, delinquenti incalliti, dei in terra, ma poi a ben vedere si tratta sempre di poche decine di chili di carne destinati a vivere per poche decine di anni.
In questo senso la gloria del mondo, soprattutto quel triste genere di gloria, è davvero effimero.

cristiana2011 ha detto...

Se non facessero schifo, farebbero pena.
Due ometti che si completano a vicenda, dando vita ad un obbrorio vero e proprio.
Cristiana

Cirano ha detto...

dove volete andare....affanculo!!!!!!!!!!!!!!

Domenico ha detto...

Io non sprecherei tanto inchiostro per uno come Scilipoti, proprio per non legittimare il nulla politico... Caduto Berlusconi, dove deve andare uno del genere? Penso che neanche a Barcellona Pozzo di Gotto (la sua citta') puo' godere di alcun credito. D'altronde, poco dopo l'exploit che ha tenuto in vita il governo, ad una manifestazione organizzata a Brolo (li' vicino), gli hanno combinato uno scherzo da scemo del villaggio: lui si attendeva la claque e invece erano contestatori... Fischi e fischi!!
A Berlusconi fa comodo anche perche' gli consente di dimostrare la sua "statura" politica... tolti lui e Brunetta ne rimangono pochi all'altezza

Blackswan ha detto...

@ Zio :più che un congresso una discarica,oserei dire...

@ Alberto : In realtà Scilipoti è Vanna marchi travestita da pirla :)

@ Ezzelino : Quando ho parlato di amicizia ho usato il termine nell'accezione berlusconiana, per cui un amico, è uno con cui si condividono quattro sgallettate in una tenda.Ad ogni modo,ieri Sgarbi ha detto più o meno le stesse cose:Silvio voleva bene a Gheddaffi ma non ha avuto le palle per difenderlo.

@ Cris :Bellissima,me la segno :)

@ Cirano : Strano.Ho pensato anche io subito la stessa cosa :)

@ Dome :Tutto vero.A me certa gente, però,piace prenderla per il culo...è più forte di me :)

Massi ha detto...

@Blackswan:Sono d'accordo con te: a silvio interessa soltanto silvio ed ora quella munnizza di scilipoti gli serve per non farsi processare

Blackswan ha detto...

@ Massi : Scilipoti e tutta la corte di guitti di cui si attornia..

Massi ha detto...

@Blackswan:Già