venerdì 11 novembre 2011

VINTAGE TROUBLE - THE BOMB SHELTER SESSIONS



Ogni volta che la stampa specializzata o il web parlano di next big thing a proposito di un gruppo, invece di correre ad ascoltarlo, trasportato dal carburante nobile della curiosità, mi ci accosto lentamente, con somma circospezione e prevenuta perplessità.Questa volta, invece, ho fatto un'eccezione.Troppo succulenta una definizione, letta non ricordo più dove, che presentava i Vintage Trouble come l'anello di congiunzione fra i Led Zeppelin e il soul.Definizione estremamente impegnativa e, ne converrete, anche ricca di suggestioni seventies.Così, mi sono comprato il cd, ( che per il mercato europeo è arricchito di un bonus cd live di cinque brani ) e mi sono dedicato a numerosi ascolti. Scoprendo che, se da un lato di Led Zeppelin in queste dieci tracce non c'è moltissimo ( se si eccettua l'iniziale " Blues Hand Me Down " e a tratti la trascinante " Total Strangers " ) dall'altro imperversano invece i ballatoni soul-blues tutti anima e cuore, che grondano negritudine ad ogni colpo di plettro.Intendiamoci, non che la cosa mi sia dispiaciuta, ma mi ero fatto le orecchie per ascoltare delizie al sapore di casa Plant/ Page, mentre qui, si può semmai azzardare un più prudente paragone con Ben Harper o Black Crowes in versione da " ruvide carezze ".Tuttavia, il disco non dispiace, Ty Taylor, cantante e leader del gruppo, ha una voce da paura, e le canzoni,che non si discostano per originalità da ciò che abbiamo già ascoltato un milione di volte, fanno il loro dovere soprattutto se suonate ad un volume adeguatamente alto.Ciò che manca a questa band non è certo la bravura, ma semmai il coraggio di rischiare un suono meno pulito e politically correct. Ed è proprio questo il limite di un disco che con un taglio maggiormente aggressivo e meno conformista avrebbe meritato un sette pieno di stima e rispetto.Però, nonostante manchi un buon sarto, la stoffa c'è, come dimostrano i cinque pezzi live del bonus cd, che è forse meglio del lavoro in studio.
 
VOTO : 6,5
 
 
Blackswan, venerdì 11/11/11
 
 

4 commenti:

PolvereDiStelle ha detto...

Molto carino e interessante il tuo blog!
Da oggi hai una nuova follower…Se ti va di dare un'occhiata al mio mondo,le porte sono sempre aperte:
Lo trovi -->QUI<--

Massi ha detto...

Il contrasto è interessante,la voce soul su una chitarra hard rock,anche se manca la "botta" come si dice di solito

economistapercaso ha detto...

..la voce é degna di nota...

Blackswan ha detto...

@ Polvere di stelle : sono venuto a trovarti e ho ricambiato la cortesia :)

@ Massi : assolutamente corretto :)

@ Economista: è vero, ed è la cosa migliore del disco.