sabato 3 dicembre 2011

PERFECT DAY – LOU REED

Una giornata perfetta.Chi non ne ha vissuta almeno una nella propria vita ? Uno di quei giorni in cui tutto scorre per il verso giusto, nel quale quei rari attimi di bellezza o di estemporanea felicità che illuminano le nostre esistenze si presentano, come per magia, uno dietro l’altro, senza soluzione di continuità. Ventiquattro ore che vorresti non finissero mai, in cui esplosioni di gioia inarrivabile si alternano al piacere di vivere le piccole cose di sempre con un nitore e una consapevolezza che ti sembra di non aver mai provato. Una giornata così, soprattutto se ami la musica, deve avere necessariamente anche una colonna sonora, una canzone che, riascoltata tempo dopo, faccia da grimaldello per forzare lo scrigno dei ricordi. Ognuno di noi sceglierà una o più canzoni in base ai propri gusti e alla propria sensibilità. Ma se si volesse evitare la fatica di scegliere, bhe, la canzone perfetta per la giornata perfetta c’è già, si intitola " Perfect Day " e l’ha scritta per noi, nel 1972, Lou Reed.La canzone inizia con versi colloquiali che parlano di cose semplici vissute al fianco di qualcuno che ci fa star bene.” Semplicemente un giorno perfetto Beviamo sangria nel parco poi piu tardi, quando viene sera, andiamo a casa Semplicemente un giorno perfetto Diamo da mangiare agli animali nel parco poi piu tardi andremo al cinema e poi a casa “. Un quadro idilliaco, disegnato coi tenui pastelli dell’amore, potrebbe pensare qualcuno. Lui e lei si amano, camminano senza meta per la città, chiacchierando del più e del meno, fermandosi al chiosco del parco a bere sangria, in attesa  del piacere condiviso di un film. Così sembrerebbe. Il ritornello, però, ha una svolta imprevista, una frase che lascia pensare : “ Un tale giorno perfetto sono felice di passarlo con te. Oh, un tale giorno perfetto, mi dai la forza di resistere “. You just keep me hanging on: mi dai la forza di resistere. Chi mi da la forza di resistere ? La mia donna, il mio amore ? Più o meno tutti l’abbiamo interpretata così, vogliamo interpretarla così, e chissà quante volte abbiamo dedicato alla persona amata le note di questa canzone. Commettendo, però, un errore sesquipedale. Nel gergo dei tossici, “ perfect day “ è lo sballo da eroina. Reed canta :Semplicemente un giorno perfetto mi fai scordare me stesso pensavo di essere un altro qualcuno di buono” e tutto appare più chiaro. Altro che amore. E’ l’eroina che ti fa dimenticare ciò che sei, le afflizioni della vita, i tuoi fallimenti, la tua inadeguatezza al mondo. Non ci credete ? La prova provata c’è. Il regista Danny Boyle ha utilizzato “Perfect Day “ per la scena cult di Trainspotting, quella in cui Ewan McGregor va in overdose. Brutta sensazione, vero ? Però, che ci si creda o no, questa è la realtà. Resta la consolazione che, comunque vogliate intendere l’oggetto della canzone, sia esso l’amore o la droga,“ Perfect Day “ resta un gioiello di cristallina bellezza. La canzone perfetta per una giornata perfetta.


Blackswan, sabato 03/12/2011

10 commenti:

marco ha detto...

Bella Bella Bella. Adoro il buon vecchio Lou.
Questa è una delle tante canzoni in cui amore e droga si mescolano.E' incredibile come si possa interpretare una canzone in maniera così opposta.
A proposito: e la collaborazione con i metallica?personalmente credo che avrebbero potuto evitare.

Minerva Jones ha detto...

Post stupendo, intenso quanto quel brano.

Che purtroppo si riferisce a una sostanza che può dare in prima battuta a persone troppo fragili la risposta a tutte le carenze che si possono provare nella vita. Peccato che quella sensazione duri un istante, e poi ti distrugga e distrugga tutto ciò che hai intorno.

Ergo preferisco godere una rarefatta giornata perfetta con tal bellissima musica, ma un sole tiepido, gli amici, un amante eccitante e passionale, un bicchere di passito e l'odore della torta di mele che si spande per casa mentre cuoce nel forno ;-) Lo senti anche tu il sapore e il piacere che dà tutto questo, amico mio? :-)

Massi ha detto...

Se da eroinomane scriveva meraviglie del genere,mentre da pulito fa cacate come Lulù,lo preferivo eroinomane

Anonimo ha detto...

Lulù non l'ho ancora ascoltato bene e forse mi sbaglio ma non mi sembra così malvagio,anzi.

gianf

economistapercaso ha detto...

...un risvolto inaspettato...
sarebbe bello se ti iscrivessi a p'tit... io ti lascio il link con le indicazioni:

http://zeldawasawriter.com/2011/11/poche-ore-e-poi-tutti-con-ptit/

Baol ha detto...

Una canzone meravigliosa, un post meraviglioso

Emanuele Secco ha detto...

Eh, proprio non male, eh?! :)

E.

Blackswan ha detto...

@ Marco : Il buon vecchio Lou sta sempre dalle parti del mio stereo.Della collaborazione coi Metallica non so cosa dire: ho ascoltato poco perchè ho molta paura di restare deluso.

@ Minerva : cara Minerva,certo che sento tutto ciò di cui parli e il quadro che hai disegnato è incantevole.La droga che preferisco si chiama musica e anche la torta di mele mi da molta dipendenza :)

@ Massi : ovviamente,sottoscrivo.Ma ritengo che il Lurido sia un genio ( o lo è stato ) a prescindere dalla dipendenza. :)

@ Gianf :Anche io l'ho ascoltato poco e davvero non saprei cosa dire.Mi farò forza nei prossimi giorni.

@ economista : vado senz'altro a dare un'occhiata :)

@ Baol : grazie mille.La canzone aiuta a scrivere con un certo trasporto :)

@ Emanuele :Se togli la litote, hai fatto bingo :)

lozirion ha detto...

....Just a perfect day
Problems All Left Alone,
Weekenders On Our Own....

Sarà anche un riferimento all'eroina ma è una gran bella frase.... Grandissimo Lou....

Hai ragione, una giornata perfetta non lo è senza la colonna sonora giusta.... A dire la verità senza una qualche colonna sonora io nemmeno mi alzo dal letto la mattina.... ^_^

Blackswan ha detto...

@ Lozirion : abbiamo lo stesso problema,mi sa.Io mi alzo sempre cinque minuti prima per scegliere i cd da portarmi in ufficio e in macchina...:)