mercoledì 22 febbraio 2012

I DIECI LIBRI : LETTURE DA ISOLA DESERTA

Preparate una nuova valigia per l'isola deserta, amici, perchè oggi la dobbiamo riempire di libri. D'altra parte, è impossibile approciarsi a una vacanza, senza fare un adeguato pieno di letture. Perchè se la musica è per l'anima come l'aria che si respira, i libri ne sono il nutrimento. Anche in questo caso, il bagaglio a mano non potrà essere particolarmente pesante, e quindi la scelta non dovrà eccedere i dieci volumi. Difficile, vero ? No, di più. Difficilissimo, lo so. Continuo ad aggirarmi per le librerie di casa, incerto fra questo e quello, preoccupato di dimenticarmi di qualcosa di fondamentale, o peggio, di occupare un posto libero con una lettura che nel tempo potrebbe non rispecchiare più i miei gusti. Splucio, sposto pigne, rimuovo batuffoli di polvere, mi infilo in anfratti di cui mi ero scordato l'esistenza. A fatica, ma alla fine i miei dieci li ho trovati. Libri che mi hanno formato, cambiato la vita o semplicemente emozionato. Una scelta che, come ovvio, ha comportato dolorosissime esclusioni, solo un poco mitigate dal pensiero che tanto poi, in quest'isola, che così deserta non è più, troverò modo di fare adeguati scambi con tutti gli altri naufraghi presenti. E magari, di organizzare anche dei bookcrossing sulla spiaggia, o reading notturni accompagnati dal dolce tepore dello Zefiro e dal rilassante borbottio della risacca. Le lunghe giornate passate fra la lussureggiante vegetazione dell'isola, il tanto tempo a disposizione, il clima mite che induce a un salvifico ozio, saranno i compagni prediletti di questa attività, civile, colta e militante, che è leggere. Un piacere che non solo migliora la vita, ma amplificandone a dismisura le emozioni, ne sposta addirittura gli orizzonti, regalandoci una terra inesplorata di languori e fantasie. Perchè chi legge, vive due volte. In barba al proprio destino, qualunque esso sia.
PS : prevengo subito qualche furbacchione, che cercarà di mettere in valigia l'e-book con in memoria cinquecento titoli. Non ci provate nemmeno, non si può. Solo carta. :)

JOSE' SARAMAGO -CECITA'
DON WINSLOW - L'INVERNO DI FRANKIE MACHINE
FEDOR DOSTOEVSKIJ - L'IDIOTA

ERNEST HEMINGWAY - PER CHI SUONA LA CAMPANA
WISLAWA SZYMBORSKA - VISTA CON GRANELLO DI SABBIA
CESARE PAVESE - LE POESIE
WILLIAM FAULKNER - L'URLO E IL FURORE
WILLIAM SHAKESPEARE - RICCARDO III
JORGE LUIS BORGES -LA CIFRA

FEDERICO DE ROBERTO - I VICERE'

47 commenti:

giacy.nta ha detto...

Ne abbiamo in comune due: "L'idiota" e "Cecità". Il primo restituisce la trasparenza, l'altro l'opacità; l'intento degli autori è molto simile, però.

- Primo Levi, I sommersi e i salvati
- T. Mann, La montagna incantata
- Shakespeare, Amleto
- Tomasi di Lampedusa, Il Gattopardo
- Paul Auster, Moon palace
- G.Orwell, Senza un soldo a Parigi e a Londra
- Proust, La strada di Swann
- L.Perutz Il cavaliere svedese
- Buzzati, I racconti

Ho citato solo i classici...

Elle ha detto...

Vorrei subito farti notare che così non vale, mio caro Blackswan.. Quando c'era da portar musica, ognuno sulla propria isola, stavolta tutti assieme a far casino?? E la pace se ne va a quel paese, perché arriveranno le telecamere, e i parenti in visita, e i grillparty coi vicini.
Io premetto che andrò da sola sulla mia isola solitaria a nord dell'Islanda, coi miei dieci dischi che non presterò a nessuno e i miei dieci libri solo miei.
Non ho dieci titoli da portare, ma non mi preoccupo, non mi è mai piaciuto rileggere lo stesso libro due volte, figuriamoci per sempre, e quelli che mi hanno cambiato la vita, l'hanno fatto cambiando me stessa, quindi sono sempre con me.
Sceglierei piuttosto dieci persone speciali della mia vita e chiederei loro di regalarmi un libro per il mio viaggio senza ritorno: sparirò per sempre, perciò il libro dovrà essere speciale, perché mi ricorderà chi l'ha scelto per me, leggendolo mi chiederò con cosa ha lasciato il segno nella persona che me l'ha regalato, e passerò il tempo a leggere e a fantasticare su questo, e sarà un modo per gustare il piacere per la lettura di una storia, ma anche per ricordare in modo originale le persone care che non sono con me sull'isola.
Siccome dieci persone speciali non le conosco, a qualcuno chiederei due libri, per un totale di 8, mentre gli ultimi due saranno: un dizionario di italiano, dove cercare significati sinonimi e contrari e definizioni e usi alternativi delle parole che troverò nei libri, e un dizionario di tedesco, per fare lo stesso gioco alla ricerca del corrispondente tedesco.
Sono le mie due lingue del cuore, perciò avrò di che imparare per il resto dei miei giorni, non parlo di tradurre, ma di giocare con le due lingue alle trasformazioni e alle associazioni e al rinnovamento delle espressioni e al ritorno all'antico e al neologismo sfrenato e alle commistioni linguistiche.
Quindi ricapitolando:
8 libri ricevuti da persone speciali, a loro scelta
1 dizionario di italiano monolingue (il Devoto-Oli)
1 dizionario di tedesco monolingue (il DUDEN)

Lucien ha detto...

Fra dischi e libri sta acquistando sempre più fascino quest'isola!
A parte le "Illuminazioni di Rimbaud" (di cui non potrei fare a meno)mi porterei tutti libri ancora da leggere; magari i classici che ho ancora lì in attesa.
Il libri del cuore e di formazione li ho elencati tutti in un post di quest'estate intitolato: "autobiografia letteraria dall'infanzia all'età adulta".

Qua: tinyurl.com/84y43y7

Mary ha detto...

Non è una scelta facile, non amo rileggere gli stessi libri, mi è accaduto solo in 3 casi :
Primo Levi - Se questo è un uomo
Fermine - Neve
La neve se ne fega - Ligabue
Due di questi li porto, quello di Primo Levi no, perchè ormai ne conosco a memoria tanti passaggi, e sono con me, non potrò mai dimenticare.
10 titoli li ho messi insieme...ero indecisa se portare titoli più leggeri, o invece un pochino più impegnativi..ho fatto un mix, buttandoci dentro anche libri che ho letto quando ero molto giovane, e che hanno contribuito ad alimentare il mio amore per la lettura. La mia libreria è piena, tanti miei libri stazionano ancora a casa dei miei genitori...ogni tanto ci vado e ne porto via qualcuno. Nelle librerie mi ci perdo..nel senso che perdo proprio il contatto con la realtà.
Anche a me piacerebbe portare 10 nuovi libri da leggere, ma visto che il gioco è quello di portarsi dietro 10 libri già letti...ecco i miei..probabile che una volta sull'isola mi pentirò di averli portati...e magari mi renderò conto che forse era meglio portarne altri..ma rischio !

MAXENCE FERMINE - NEVE
MILAN KUNDERA - L’INSOSTENIBILE LEGGEREZZA DELL’ESSERE
BARICCO - SETA
PAULO COELHO - SULLA SPONDA DEL FIUME PIEDRA MI SONO SEDUTA E HO PIANTO
ERICH FROMM - AVERE O ESSERE?
LAWRENCE - L'AMANTE DI LADY CHATTERLEY
SALINGER - IL GIOVANE HOLDEN
UMBERTO ECO - IL NOME DELLA ROSA
KHALED HOSSEINI- MILLE SPLENDIDI SOLI
LA NEVE SE NE FREGA – LUCIANO LIGABUE

Mary ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Euterpe ha detto...

La mia(Laura)lista...

1.IL RITRATTO DI DORIAN GRAY,Oscar Wilde
2.LA FILOSOFIA DI ANDY WARHOL,Andy Warhol
3.IL PIACERE,Gabriele D'Annunzio
4.ELOGIO DELLA FOLLIA,Henri Laborit
5.DIARI,Keith Haring
6.ALTA FEDELTA',Nick Hornby
7.LE VIE DEI CANTI,Bruce Chatwin
8.NATI SOTTO SATURNO,Rudolf e Margot Wittkower
9.17 MODI DI MANGIARE IL MANGO,Joshua Kadison
10.LA SOMBRA DEL VIENTO,Carlos Luiz Zafon

Granduca di Moletania ha detto...

Amico mio,
sono le ore 20.00 di mercoledì sera. Non ti dico niente: sono passato solo per farti un saluto. Non faccio accenni di alcun tipo, non c'è malizia, non c'è gufata.
I libri ? La cultura può aspettare sin dopo le 22,30 ?

In culo alla balena.

Che stile che c'ho.
Lo so, l'ignoranza a volte è un dono divino. C'è chi può e chi non può, e io poqqui.

Zio Scriba ha detto...

Azz... solo dieci è una tragedia, ma è giusto provarci, tanto per giocare. Mi do come regola non più di uno per Autore (erano 11, allora ho tolto Cecità perché l'avevi messo già tu: metti che finiamo su isole vicine, inutile fare doppioni...)

VARGAS LLOSA La zia Julia e lo scribacchino
AUSTER Il libro delle illusioni
DONLEAVY Fiaba a New York
RICHLER La versione di Barney
CAMERON Un giorno questo dolore ti sarà utile
COE La casa del sonno
BUKOWSKI Factotum
CELINE Viaggio al termine della notte
FRANZEN Le correzioni
AMIS L'informazione

p.s. formidabile la vignetta lassù!! :)

fammi sapere se mi concedi almeno un paio di valige di riserva... ne ho esclusi davvero troppi e mi viene da piangere... :D

gianf ha detto...

Scegliere questi 10 libri è una delle più grosse violenze che mi sia mai inflitto,comunque eccoli:

Il lungo addio- R. Chandler
Viaggio al termine della notte-Celine
Cime tempestose - Bronte
Che ci faccio qui? - Chatwin
Strade blu - Least Heat Moon
IT - Stephen king
I 49 racconti - Hemingway
Chiedi alla polvere - Fante
Nove racconti - Salinger
P.k. Dick - Cronache del dopobomba

Aggiungo fuori quota in quanto libro Sacro:
No Irish no blacks no dogs di J. Lydon
Euterpe: hai nella lista un libro che adoro! La filosofia di Andy Warhol,ma ormai la mia lista è fatta

LYSERGICFUNK ha detto...

# Casi - D. Charms
# Il Circolo Pickwik - C.Dickens
# Marcovaldo - I.Calvino
# Le Tre Metà Di Ino Moxo e Altri Maghi Verdi - C. Calvo
# Il Bar Sotto Il Mare - S.Benni
# Opinioni di un Clown - H.Boll
# Dissolvenza al Nero - D.Ferrario
# La Fata Carabina - D.Pennac
# Il Più Grande Uomo Scimmia del Pleistocene - R.Lewis
# I Fiori Blu - R.Queneau

....certo, è assurdo lasciare a casa Bukowski, Queneau, Hesse, Kafka, Kerouac etc. etc. ma questi sono libri legati a periodi e persone importanti della mia vita.

francesca francesca ha detto...

Eh no,le regole sono fatte per essere trasgredite ed io,solitamente ligia ed ordinata,in fatto di libri ho bisogno di essere trasgressiva. Porterò autori e qualche libro.
Saramago, ho appena iniziato
"La zattera di pietra" ma come potrei lasciare a casa "Caino" o "Il saggio sulla lucidità" o "La Caverna" o "Il Vangelo secondo Gesù Cristo".
Camus, Sartre,Pessoa con i suoi eteronimi,Borges,Marquez,Hesse,
Burrougs,Fallaci(del tempo che fu),Kafka, i miei poeti maledetti e ancora....
Il piccolo principe
Venuto al mondo
Mille splendidi soli
e ancora.....
.... ok,ok rimango a casa!
Francesca

Galadriel ha detto...

"Iside svelata" Madame Blavatsky
" il pendolo di foucault" di Eco
E con questi due ti teni impegnata tutta la vacanza. Ora che ti ho svelato i libri che leggo, capirai perchè sono così fusa. Ciao Nick un abbraccio e grazie per i suggerimenti.

Melinda ha detto...

Io voglio portarmi tutta la libreriaaa!!! Ho un difetto, non so fare le classifiche, non so scegliere e non so escludere :P

marco ha detto...

Q - Luther Blissett (Wu ming)
1984 - Orwell
Altri Libertini - Tondelli
Trainspotting - Welsh
Fight Club - Palahniuk
La luna e i falò - Pavese
Norvegian Wood - Murakami
On the road - Kerouac
Eureka Street - Wilson
Bastogne - Brizzi

Massimo ha detto...

Dura come dura era con la musica:
- Fante - Chiedi alla Polvere
- Fante - La confraternita dell'uva
- Zefon - L'ombra del Vento
- Kerouac - On The Road
- Hesse - Siddartha
- Chandler - Il grande sonno
- A.Christie - Omicido sull'Orient Express
- McInerney - L'ultimo dei Savage
- Forsith - Il Quarto Protocollo

ma sono quelli che mi vengono in mente adesso..sicuramente me ne pentirò:)

Cirano ha detto...

molto molto difficile; visto i problemi di trasporto e di spazio limitandomi a tre io sceglierei la Divina Commedia, l'uomo in rivolta di Camus e la Bibbia.

Kylie ha detto...

Ottima scelta i Vicerè ed anche insolita.

Baci

Domenico ha detto...

Mi hai messo in crisi. A una prima cernita sono risultati 20. Ho dovuto stringere al massimo, spero che le poesie le porti qualcun altro...
In ordine alfabetico:

1) Beckett: Finale di partita
2) Buzzati: La boutique del mistero
3) Di Lascia: Passaggio in ombra
4) Garcia Marquez: Cent'anni di solitudine
5) Grass: Il tamburo di latta
6) Pasolini: Scritti corsari
7) Pavese: La luna e i falò
8) Sciascia: Todo modo
9) Terzani: Un altro giro di giostra
10) Tomasi Di Lampedusa: Il gattopardo

la stanza in fondo agli occhi ha detto...

I Viceré e Pavese.... Imperdibili!

Ezzelino da Romano ha detto...

Porca troia, e spremiamone fuori dieci!
1)Puzo-Il padrino
2)Masters-Antologia di Spoon River
3)Huysmans-A ritroso
4)Harris-Fatherland
5)Verne-Viaggio al centro della terra
6)Celine-Viaggio al termine della notte
7)Levi-Se questo è un uomo
8)Caldwell-La via del tabacco
9)Omero-Iliade
10)Mann-I Buddenbrook
Nella mano sinistra posso portarne altri due ma se dico quali non vale.
Nella destra nulla perchè devo portare il pallone.
Ok, bene così.

Domenico ha detto...

Ezzelino for president!
Il pallone ci vuole

Ezzelino da Romano ha detto...

Eh beh, Domenico, va bene la musica, va bene leggere, ma senza cross e colpo di testa mi viene la depressione.
Infatti il pallone l'avevo già detto sulla top ten dei dischi.
Speriamo solo che Blackswan non rompa le balle quando dovremo usare libri e dischi per fare i pali della porta...

nella ha detto...

Se con la musica era difficile questa risulta impossibile..Ma per te con uno sforzo sovrumano cerco di riempire 'sta piccola borsa...1)Pinocchio, Collodi 2) Via col Vento Mitchell 3) Qualcosa che vale Ruark 4)L'insostenibile leggerezza dell'essere Kundera 5)A cosa servono gli amori infelici Severini 6)I poeti morti non scrivono gialli Larsson 7) Addio alle armi Hemingway 8) Lettera ad un bambino mai nato Fallaci 9)Il cacciatore di aquiloni Hosseini 10) Il ritratto di Dorian Gray Wilde e poi...ahhhhhh , che peccato , ho finito! Incominciamo a scambiarli....

lozirion ha detto...

Heila bro!

Scusa l'assenza ma il lavoro infame com'è non mi dà tregua.... :P

Ok, è stata una dura scelta ma ecco i miei 10 libri da isola deserta:

1. Edgar Lee Masters - Antologia di spoon river
2. Friedrich Nietsche - Così parlò zarathustra
3. Alessandro Baricco - Oceano mare
4. Tiziano Terzani - La fine è il mio inizio
5. Jack Kerouac - Sulla strada
6. Ernest Hemingway - Di là dal fiume e tra gli alberi
7. Nanda Pivano - La mia kasbah
8. Jack London - Zanna bianca
9. Jon Krakauer - Nelle terre estreme
10. Chuck Palahniuk - Fight club

Volevo portare il pallone ma Ezzelino mi ha anticipato, va bè, portiamolo lo stesso, di scorta che non si sa mai, metti che se lo mangia uno squalo poi con cosa giochiamo, con le noci di cocco?.... :P

Charlotte the Harlot ha detto...

Miseriaccia… Solo 10…
Ok, ringrazio Zio Scriba per Coe e Franzen ed Ezzelino per Huysmans che mi farò prestare da loro
Io porto:

P. Roth – Ho sposato un comunista
P. Roth – Pastorale americana
P. McGrath – Follia
S. Marai – Le Braci
JJ Tolkien – Il Signore degli Anelli
GG Marquez – Cent’anni di solitudine
M. Yourcenar – Memorie di Adriano
B. Stoker – Dracula
I. Svevo – La coscienza di Zeno
I. Calvino – Il Castello dei destini incrociati

Charlotte the Harlot ha detto...

Però, scusate, ok il pallone ma Febbre a 90° non lo porta nessuno????

Massi ha detto...

Non sono il tipo che legge un libro 2,3 volte,ma qualche volta mi è accaduto,il che vuol dire che mi sono particolarmente piaciuti.I libri sono i seguenti:

I delitti della Rue Morgue di Edgar Allan Poe

Il Nome della Rosa di Umberto Eco

Alle Montagne della Follia di Howard Phillips Lovecraft

Lady Left ha detto...

Eheh, qui si va nel mio territorio!
Non per questo la scelta sarà meno ardua...allora, proviamo.
1) LA CASA DEGLI SPIRITI di Isabel Allende, perchè mescola amore, storia, impegno politico e realismo magico...il massimo!
2) IL MAESTRO E MARGHERITA di Bulgakov, perchè chi capisce questo, o almeno ci prova, ha le chiavi del mio cuore
3) IL PICCOLO PRINCIPE di A. de Saint Exupery...sono sentimentale! e quando l'ho regalato alla mia ragazza le ho aperto un mondo, se ne è persino tatuata una frase!
4) LA BAMBINA CHE SALVAVA I LIBRI di Marcus Zukas, leggero, delicato eppure così coinvolgente
5) IL NOME DELLA ROSA di Umberto Eco...inarrivabile!
6) I PROMESSI SPOSI del Manzoni, riscoperto e amato dopo il liceo
7) DUE DI DUE di De Carlo, l'unico che salverei della sua produzione, capace di sconvolgerti
8) UN UOMO della Fallaci, così intimo e sofferto
9) ADDIO ALLE ARMI di Hemingway, l'assurdità della guerra
10) FATE A NEW YORK di Martin Millar...un po' di punk non guasta mai, anche se nel caso in questione punk sono le due fate protagoniste!
Poi, devo confessare che dormo su due casse di libri, dato che ho esaurito lo spazio in camera, quindi come puoi capire la scelta è davvero difficile...ho messo proprio quelli che negli anni hanno segnato in qualche modo il mio cuore in maniera indelebile.

Ezzelino da Romano ha detto...

Charlotte, Memorie di Adriano, hai ragione!
Un grandissimo libro.
L'autobiografia di Adriano Leite Ribeiro, come ho fatto a dimenticarmela?
Per premio, Febbre a 90° te lo porto io.
Quante volte mi capita di perdermi dietro al ricordo di un sinistro al volo nel sette di destra sferrato 25 anni fa...

Blackswan ha detto...

@ Giacy.nta : fulminante definizione. Il primo mi ha formato, il secondo mi ha definito.Proust mi manca, e attendo giorni migliori per affrontarlo.

@ Elle : in verità, nel primo post tutti sembravano molto entusiasti di stare insieme sull'isola.C'era anche si portava il pallone.Quindi, ho optato per una scelta comunitaria.Comunque, otto persone speciali nella vita non sono poi così poche.Io se arrivo a cinque faccio lo sborone :)

@ Lucien : e la prossima settimana ci saranno i film,preparati.Forse lo avevo letto il tuo post.Tornerò a guardarlo più tardi.Quella dei classici in attesa mi sembra un ottima scelta.Io ne ho tre o quattro che sto aspettando la pensione per poterli affrontare :)

@ Mary : le regole si possono sempre cambiare e comunque la scelta è personale.L'importante è che siano dieci.Salinger mi è costato fatica lasciarlo fuori.

@ Laura : alta fedeltà è imperdibile,hai ragione.Mi è piaciuto molto anche L'ombra del vento di Zafon.Avrei voluto trovargli un posticino :)

@ Granduca : ti voglio bene e quindi ora,oltre alla gufata, mi attendo anche il dileggio.Che accetterò di buon grado perchè sei troppo simpatico :)

@ Zio : al mio gemellino concedo tutto di buon grado.:)Cecità te lo passo io,non preoccuparti. Viaggio al termine della notte è un libro tanto bello quanto insopportabile il suo autore.

@ Gianf : grande lista, dalla quale ruberei volentieri John Fante.

@ Lysergic : nella tua lista c'è un libro che mi sono dimenticato all'ultimo secondo di inserire.Opinioni di un Clown di Boll.Mi ha letteralmente cambiato la vita."Io sono un clown e vivo di attimi." Il senso del tutto.

@ Francesca : no,no,vieni.Nascondiamo il bagaglio :)

@ Galadriel : Non sei poi così fusa,anzi,sei sempre gentile e simpaticissima.Un abbraccione :)

@ Melinda : il difetto semmai è farle, come lo scrivente psicopatico.Il fatto è che sono completamente squinternato e le classifiche mi aiutano a mettere ordine:) Ti trovo spazio per la libreria.Vai tra...

@ Marco : una lista bomba e molto punk,direi ! bellissima :)

@ Massimo: Gran bella lista, davvero.Ancora Fante.La confraternita dell'uva, poi.Ho riso, ho pianto, ho riso e ancora ho pianto.

@ Cirano : tra classiconi di tutto rispetto che non possono mancare nella biblioteca dell'isola :)

@ Lylie : la sagra degli Uzeda è una storia avvincentissima.e questo libro è uno tra i più belli della letteratura italiana, nonostante sia sottovalutato.Al liceo, quasi nemmeno si cita.Assurdo.

@ Dome : è come fare l'Inter di tutti i tempi,un casino,lo so. Grande scelte pasolini, Sciascia e Pavese.

@ Stanza : ciao e benvenuta/o. Felice di consividere i due libri.Le poesie di Pavese poi, le ho messe in valigia per prime.:)

@ Ezzelino : il pallone è concesso,non preoccuparti.Ma i pali si fanno con le palme :) Grande lista. A ritroso di Huysmans è sublime :)

@ nella : grazie per lo sforzo e grazie per Pinocchio, splendida e immoratale favola :)

@ Lozirion : meglio tre palloni.Lo porto anche io.Grande lista davvero, bro.:)

@ Charlotte : Altro libro che ho lasciato fuori a malincuore : la coscienza di Zanga.U.S. Ultima sigaretta.E' una vita che mi do out out :)

@ Massi : male che vada, se ti manca da leggere, te li presto io :)

@ Lady : lo so, lo sforzo era sovrumano,ma è solo un gioco.:)E poi, se vuoi, ti presto i miei.Ti ruberei Il Piccolo Principe :)

@ Ezzelino: :)

La firma cangiante ha detto...

Anche io non amo rileggere, a parte alcune eccezioni. Ultimamente ho riletto American Tabloid e Gente di Dublino.

Mi porterei 10 libri nuovi di pacco nella speranza di trovarci grande sollazzo.

Massi ha detto...

@Blackswan: Ok

Holyriver ha detto...

Per ultimo come sempre.
1 Gian Antonio Stella - La bambina, il pugile, il canguro.
2 Ken Follett - I pilastri della terra
3 Umberto Eco - Il nome della rosa
4 Anthony Burgess - Arancia meccanica
5 Patrick Süskind - Il profumo
6 Henry Miller - Tropico del cancro
7 Oscar Wilde - Il ritratto di Dorian Grey
8 Ken Kesey - Qualcuno volò sul nido del cuculo
9 Harper Lee - Il buio oltre la siepe
10 Paolo Villaggio - Fantozzi

Adriano Maini ha detto...

No, non saprei fare classifiche sui libri. Troppi sono quelli belli. Del resto, ho letto quasi tutti quelli della tua lista. E un buon terzo abbondante di quelli segnalati come aggiunta dagli altri gentili commentatori.

Alligatore ha detto...

Non ci riesco a fare classifiche, a sognare l'isola deserta (se mai ci capitassi, passerei il tempo a mangiare cocco, fare il bagno e giocare con Venerdì)... no, non riesco a decidermi, e invidio te e Lucien, sempre pronti a catalogare dischi/libri/film. Io sono uno da Vogliamo tutto ... ecco, quello è un bel libro.

Lady Left ha detto...

@Blackswan bueno, de acuerdo! Ti rubo Shakespeare (anche se preferisco sogno di una notte di mezza estate), Hemingway e De Roberto. Su Saramago passo, non mi piace proprio, però ne ho letti pochissimi e quindi posso sempre cambiare idea. E se avanza un posticino in più..."Sostiene Pereira" di Tabuccchi ;)

Ernest ha detto...

eh...
davvero difficile io mi porterei la mia libreria!
Quelli che hai scelto vanno benissimo...
Ci provo.
1. Il vecchio e il mare
2. Ti prendo e ti porto via
3. 1984
4. I diari delle motocicletta
5. L'anno in cui non siamo stati da nessuna parte (Diario del Congo del Che)
6. Amleto
7. Moulin Rouge
8. L'ombra del vento
9. Sulla strada
10. Il signore degli anelli

E tanti altri...

Domenico ha detto...

@Lady Left anch'io avrei voluto portare Tabucchi: indeciso tra Sostiene Pereira e Tristano muore, alla fine ci ho rinunciato. Secondo me dobbiamo organizzarci, evitare doppioni e poi mettere incaricare qualcuno di gestire i prestiti...
vi avverto, sono gelosissimo, se vedo anche solo una pagina leggermente spiegazzata divento una bestia, per cui portatevi i segnalibri :)

Ezzelino da Romano ha detto...

Ma per me non c'è bisogno.
Sta venendo fuori una biblioteca della madonna, e già si sa che alcuni libri sono doppi se non tripli e quadrupli.
Ergo?
Dai doppi si staccano le pagine per fare le canne, e risolto il problema.
Taaaac!

Elle ha detto...

@Blackswan: ho letto i vari commenti dopo il mio al post sui dischi, quindi se la maggioranza vota sì, si può abrogare la legge, ho capito. Quando l'ho chiesto io invece hai risposto di no, che altrimenti non sarebbe stata un'isola deserta, perciò me ne sono andata buona buona nella mia isola deserta al nord dell'Islanda, il bourbon me lo son portata da casa, e avevo solo e soltanto i miei dischi. Anche stavolta avrò solo e soltanto i miei libri e non farò scambi, perché ho un io-tedesco e se la regola dice che l'isola è deserta, e il tour operator me lo conferma e ribadisce, io mi attengo ;)
E come avevo già detto nel primo post, l'unico motivo per cui vorrei qualcun'altro sulla mia isola è semplicemente aspettare la sua morte (se non addirittura provocarla) per prendermi le sue raccolte :) :) (vedi? sorrido già all'idea) - però capisco che se anche io avessi finto di volervi tutti con me per giocare a pallone, avrei ottenuto subito ciò che volevo.
ps. ne ho meno di 8, persone speciali, e non le vorrei sull'isola perché sarei costretta ad ucciderle, seppur a malincuore. Qualcosa dovrò pur mangiare, in fondo..

Sandra M. ha detto...

Urca che roba difficile che ti sei messo in testa. Avrei anche cominciato e poi ho letto i commenti prima ed ho iniziato a sostituire...a cambiare... perché dieci son davvero pochini...allora mi tengo il tuo elenco proponendomi però di leggere il 2 , il 9 e il 10 che non conosco.

S. ha detto...

sono la furbetta!!!
dai la salsedine rrovina la carta ;)

Fullina ha detto...

Ciao!!!
...ne porterei la metà probabilmente..perchè mi piace rileggere gli stessi, scoprendo sempre qualcosa di nuovo nella rilettura e il resto del tempo lo impiegheri a pensare e riflettere su ciò che ho letto, condividendo e aggiungendo qualcosa di mio!!!
Una buona giornata! Fullina

newmoon35 ha detto...

Arrivo in ritardo ma non posso esentarmi:
1) Il potere del cane Don Winslow
2) L'inverno di Frank Machine Don Winslow
3) Come una bestia feroce Bunker
4) La casa degli spiriti Allende
5) D'amore e d'ombra Allende
6) Confesso che ho vissuto Neruda
7) Romeo e Giulietta (ebbene si)
8) Non ti muovere (ebbene si) Mazzantini
9) In Patagonia Chatwin
10)Norwegian Wood Murakami

monymani ha detto...

Io che, fra due mesi, in vacanza ci andrò davvero (ho avuto la fortuna di vincere un viaggio), stavo proprio pensando quale libro portare, e siccome accetto sempre consigli su titoli di libri, ne sceglierò sicuramente uno dal tuo elenco. Penso che un buon libro per riflettere "sull'isola deserta" sia LA FINE E' IL MIO INIZIO di Tiziano Terzani.Ciao e complimenti per il tuo blog, è molto interessante. Monica

nina ha detto...

Voglio partecipare anch'io. Intanto segnalo quello che per me è in cima alla lista: Мастер и Маргарита (Il Maestro e Margherita) di Michail Bulgakov. Per gli altri nove ci devo pensare ancora un po', la scelta è difficile.
Bella iniziativa, ciao.

Bruno Cortesi ha detto...

Io, al contrario,
faccio fatica a raggiungere il quorum di 10 libri.
Mi sembra quasi che siano tutti troppo poco importanti
per portarli su di un'isola deserta,
nonostante mi abbiano accompagnato per parrecchio tempo,
o , al contrario,
che facciano
già talmente parte di me
da rendere inutile il portarli.
Detto questo, propongo la seguente lista.
01 - La peste - Camus
02 - Fantozzi - Villaggio
03 - Madame Bopvary - Flaubert
04 - Il Barone Rampante - Calvino
05 - uno a scelta di Stevenson possibilmente
ancora da leggere
06 - la filosofia antica - Severino ("la filosofia moderna"
e "la filosofia contemporanea", sempre di Severino,
li porto a mano)
07 - forse lo zibaldone di Leopardi
08 - uno a scelta di Toltoj possibilmente ancora da leggere
09 - un buon libro di critica artistica
( per esempio un libro di
Flavio Caroli,
o eventualmente "il museo immaginato" di Philippe D'Averio)
10 - Operette morali - Leopardi
La lista è suscettibile di cambiamenti all'ultimo secondo.