domenica 12 febbraio 2012

I WILL ALWAYS LOVE YOU

22 American Music Awards, 6 Grammy Awards, 29 milioni di copie vendute con il suo disco d’esordio, “ Whitney Houston ” del 1985, 42 milioni di copie vendute con la colonna sonora di “ The Bodyguard “ nel 1992. Numeri che parlano di gloria, successi planetari, denaro. Ma che non raccontano il tormento privato di un’artista che non ha mai saputo vivere in pace con sè stessa. Non ho mai amato particolarmente la musica pop ( sebbene ne ascolti tanta per non perdere il passo coi tempi ), ma ero affascinato, forse addirittura stregato, dalla voce meravigliosa di Whithey. Soprano naturale, timbro cristallino e un’estensione pazzesca, la Houston si cimentava in ogni genere, dal blues al country, dal soul al pop, con la medesima calda naturalezza. Tuttavia, nonostante la nobiltà di lignaggio, i ripetuti riconoscimenti, il successo commerciale e artistico, la vita non le ha mai fatto sconti, a cominciare da un matrimonio ( quello con il cantante Bobby Brown ) funestato da continui abusi e violenze. Poi  la depressione, l’alcol e la droga, che stavano in agguato, pronte a colpirla ogni volta che rialzava la testa o tentava una via di fuga. Fino all’epilogo tragico di ieri notte, quando il destino che segna inesorabile i nostri giorni senza guardare in faccia nessuno, ha carpito per sempre la sua anima fragile. Oggi, il mondo della musica, già provato dai recenti decessi di Amy Winehouse, Cesaria Evora e Etta James, piange un’altra regina, probabilmente la più grande cantante pop della storia. E come spesso succede in questi casi, si sprecheranno fiumi d’inchiostro e calde lacrime a uso e consumo di una mitizzazione che avrà il suo bel ritorno commerciale. Non c’è retorica, tuttavia, né celebrazione che potranno mai compensare una perdita così rilevante. Perchè se anche chiudessi questo breve ricordo declamando che ora Whitney è in cielo a cantare con gli angeli, ciò che conta  e che davvero fa male è il dannato, insopportabile silenzio che resterà sulla terra. La sua voce era semplicemente meravigliosa, ed era, meravigliosamente, a disposizione di tutti coloro che amano la bellezza. Non c’è enfasi né struggimento che potranno restituircela. Perchè non c'è nessuna poesia nella morte, e nessuna epica del ricordo. Solo perdita.


Blackswan, domenica 12/02/2012 

31 commenti:

Zio Scriba ha detto...

Sarà che le loro morti ci colpiscono di più, ma ultimamente sembra che da 'sto porco mondo se ne vadano soltanto artisti, cantanti, scrittori, registi... mentre la gentaglia sembra immortale (purtroppo non è il silenzio, che resterà sulla terra, ma il rumore dei peggiori che ogni giorno ci ammorba)...
Ci stanno lasciando soli!!
Un bacino a Whitney.

nella ha detto...

Le tue ultime parole colpiscono e dicono già quello che penso. Aggiungessi qualcosa, rovinerei il tutto! Personalmente non ne andavo pazza, ma la voce e la sua bellezza erano inconfondibili!!! Ciao Cigno Nero.....

MrJamesFord ha detto...

Grande voce, grande interprete, grandissimo talento.
Peccato davvero.

Elle ha detto...

Tutti quei verbi al passato ho cercato di ignorarli, capita a volte la domenica mattina di sbagliare le coniugazioni, che fastidio però perché Blackswan non sta attento, sta parlando di Whitney mica di.. poi uno ci crede e.. cosa sarà un nuovo album? un singolo, un premio? Ho continuato a leggere incuriosita fino all'epilogo tragico di ieri notte!! e mi è venuta la pelle d'oca no! Whitney la conoscevo aveva la mia età no però io sono cresciuta con la guardia del corpo Kevin e Whitney e questa canzone stupenda da brividi ma perché!!

cristiana2011 ha detto...

Visto il numero di quanti si rovinano imboccando la via dell'alcol e della droga, mi chiedo cosa ci sia di malato in quell'ambiente che prima li porta sulle vette del mondo.
Che bella era e che voce eccezionale!
Cristiana

Grace (ma gnappetta della Val Gina) ha detto...

Donna di una bellezza mozzafiato e dalla voce meravigliosa.
Non ho mai comprato un suo disco, ma ne ho sempre riconosciuto ed ammirato le doti.
R.I.P.

Conte di Montenegro ha detto...

Avran già pronti 3 cd di inediti e almeno 4 gratest hits! Alternati uno a Natale e uno a Pasqua!

Melinda ha detto...

E' una grandissima perdita per il mondo della musica.
Con le tue parole sei riuscito a cogliere l'essenza della sua fragile figura e la grandezza della sua voce, unica e meravigliosa.
Mi auguro che possa finalmente aver trovato pace. R.I.P.

ZEUSEDERA ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
Baol ha detto...

Mi piace il tuo post, soprattutto la conclusione.

Mat ha detto...

tristezza...

Mary ha detto...

Questa morte mi ha turbata molto...un'altra vita preziosa spazzata via...buttata nel nulla..peccato

Sandra M. ha detto...

Che brutta vita...che spreco. Mi rattrista parecchio.

mr.Hyde ha detto...

Grandissima voce..Un peccato... davvero

Jay ha detto...

le canzoni del suo ultimo lavoro mi hanno accompagnato in un momento particolare... mi mancherà.

Adriano Maini ha detto...

Mi hai fatto capire molte cose, in questo caso in una triste occasione.

Stefania ha detto...

Una Grande artista. Una voce "Da Dio"!!!! Una delle "anime nere" della musica internazionale... Bellissima! dal fascino "magnetico" ...
Una pantera, con la voce di un'usignolo e la forza vocale di un ruggito da leone!! ... eppure, una donna fragile ... schiva, piena di travagli interiori e di sofferenze ... dalle quali, come la droga, non è riuscita a venirne fuori;
Un pò vittima, un pò carnefice di se stessa ...
Ma pur sempre indimenticabile! Grazie di averla ricordata. Un abbraccio. FOREVER WHITNEY! Grazie.

Massimo ha detto...

L'ho ricordata anche io sul mio Blog, attingendo da alcuni semplici ricordi di gioventù..
amara e realistica la tua considerazione su quello che sta succedendo e succederà, e condivido l'altrettanta amara e significativa chiusura del post.

ciao

martux

Alligatore ha detto...

Come alcuni qui, confesso di non averla mai seguita più di tanto perchè non mi piaceva artisticamente, pur riconoscendole una bella voce e una bellezza fisica non indifferente.

Tarkus ha detto...

Rest in Peace beautiful Whitney!

Holyriver ha detto...

Non ci sono parole. Solo un senso di vuoto e una grande tristezza.

Mary ha detto...

Riflessione del giorno...dalle mie parti si dice " Fesso chi muore"..il senso è chiaro no? Alla fine, chi ci perde veramente è chi muore..chi resta piangerà, starà male...ma poi riprenderà la propria vita, più o meno come prima.
Questo è il pensiero che ho avuto stanotte, guardando in diretta la cerimonia dei Grammy Awards..tante stars e starlet, vere o presunte belle sistemate, con trucco , parrucco e abitino ad hoc...tutt/e in posa per la foto di rito...come se nulla fosse. Sono rimasta sconcertata...e mi sono sentita ancora più triste. Show must go on...è vero, forse è giusto..ma io mi sento comunque turbata.

Ezzelino da Romano ha detto...

L'essere morta così poco tempo dopo Amy Winehouse porta tutti i commenti possibili nell'inevitabile alveo del già detto.
Per di più, la sua musica era più distante da me di quanto lo fosse quella di Amy.
Però, per quanto poco possa contare, a me Whitney Houston era sempre sembrata una dea.
Come sia possibile che una donna così bella e talentuosa possa essere distrutta da un matrimonio andato male, ai miei occhi è un mistero.
Ma ci sono cose che sfuggono, e inferni privati dei quali forse non è nemmeno giusto dare colpa all'uno o all'altro.
Ciao bella ragazza, riposati, perchè eri stanca.
E quando ti sarai ripresa, se lo chiedi ad Amy sono sicuro che ti farà un po' di posto sul sellino e farai anche tu un giro in moto con il Sic.

Ernest ha detto...

The Voice rimarrà....

lozirion ha detto...

Non mi è mai andata del tutto a genio, ma aveva una voce stupenda e un talento innegabile.... Perdere una grande artista come lei è sempre un colpo tremendo....

lozirion ha detto...

Ps. Non c'entra niente, ma nella tua lista per la Sit-Rock manca una canzone, sono 19, mi mandi l'ultima?.... ^_^

Granduca di Moletania ha detto...

Copio e incollo da un sito che si definisce Blog di apologetica cattolica.

"La defunta, certamente, non ha dato un esempio di vita cristallina, come spesso accade nel mondo dello spettacolo. Capricci, mode, ricerca di emozioni forti e paradisi artificiali senza esclusione di sorta.
Da ultimo, la controversa conversione all' Islam con tanto di orgoglio e proclama.
Dio sicuramente, non vuole il male e tanto meno castiga con spirito tipicamente umano (lo fa per il bene e per la correzione), ma nell'Apocalisse, nel Nuovo Testamento, si legge che Dio castiga (altre versioni riportano rimprovera) chi ama."

Adesso che lo avete letto, fate un po voi.

Un abbraccio

Sandra M. ha detto...

Che nausea costoro (apologetica cattolica) con le loro pseudo verità tascabili.

Ezzelino da Romano ha detto...

Ok Granduca, raccolgo volentieri l'invito e faccio io.
Un bel vaffanculo all'apologetica cattolica può andare bene?
Esempio di vita cristallina...
Stronzi.

Mary ha detto...

Quanta falsa moralità...devono mettere naso e bocca in tutto, con la loro visione bigotta del mondo. Sembrano i portatori della verità assoluta !

Blackswan ha detto...

@ Zio : sante parole,sante parole...

@ Nella : non era il mio genere, ovviamente, ma il mio voleva essere un tributo a un'incredibile voce.

@ MrJamesFord : lascia davvero un grande vuoto

@ Elle : ieri mattina avevo scritto tutt'altro, prima di apprendere la notizia.Un tributo era il minimo.Per la voce e perchè,tutto sommato,anche se non ero un fan,la sua musica mi ha accompagnato per molti anni della mia vita.

@ Cristiana : penso che l'ambiente abbia responsabilità minime.Se sei fragile puoi imboccare quella strada ovunque.

@ Grace : esattamente come me.

@ Edo : ti dimentichi un paio di dvd celebrativi e qualche biografia non autorizzata.Funziona così, purtroppo.

@ Melinda : Lo spero tanto per lei.

@ Baol : Grazie, Baol

@ Mat : tanta, davvero.

@ Mary : mi consolo pensando che molti grandi, prima di buttare vie la loro esistenza, ci abbiano lasciato in dono opere meravigliose.Anche se in questo caso,si tratta solo di pop.

@ Sandra : molto non è dipeso solo da lei,ma da un farabutto che l'ha tormentata per un decennio.

@ Mr Hyde : Una voce sublime.

@ Jay : i miei ricordi risalgono agli anni 90, poi l'ho persa un pò di vista .

@ Adriano : Quella di Whitney è stata una storia infelice, senza nemmeno l'happy ending.Fa veramente male.

@ Stefania : definizione perfetta: un pò vittima e un pò carnefice di sè stessa.Tendenzialmente, lo siamo un pò tutti.

@ Martux : ho letto, caro Martux.Un ottimo post, davvero.

@ Alli :come ho avuto modo di scrivere già in qualche commento, la vedo esattamente come te.

@ Tarkus : lo spero davvero.

@ Holy :Questi episodi finiscono inevitabilmnte per lasciarci solo sgomento

@ Mary : sono le assurdità di questo mondo, dove il profitto prevale su tutto anche sul dolore e la morte.E' un'indecenza.

@ Ezzelino : se da quelle parti si ascolta musica, staranno facendo un gran bel concerto !

@ Ernest : la sua voce non ce la porterà via nessuno.

@ Lozirion : provvedo subito.:)

@ Granduca : mi verrebbe voglia di bestemmiare, ma evito perchè queste farneticazioni non meritano nemmeno le mie parolacce.Se esiste un Dio ci penserà lui a far piazza pulita di questa gentaglia ( se qualcuno ha letto i nuovi deliri di Giovanardi, sa cosa intendo per gentaglia).

@ Sandra : salvo poi stuprare bambini con la stessa facilità con cui io mi fumo una sigaretta.

@ Ezzelino : ineccepebile.

@ Mary : e invece non portano proprio nulla,a parte un sacco di infelicità.