domenica 5 febbraio 2012

TRA MONTI E PINI SPUNTANO LUSI E ALEMANNO

Non pago della stronzata sparata a proposito del posto fisso, Mario Monti continua a imperversare sull’argomento. Ritratta ovviamente quanto detto ( la frase gli sarebbe uscita a sua insaputa ), ma soggiunge che l’art.18 dello Statuto dei Lavoratori ( norma che garantisce i lavoratori dal licenziamento selvaggio ) frenerebbe gli investimenti stranieri nel nostro paese. A parte la gravità del concetto sotteso a questa affermazione ( il profitto di chi investe viene prima della dignità e delle sicurezze economiche di chi lavora ), forse sarebbe il caso di riflettere su altro. Non è più probabile che gli stranieri non investano in Italia perché non abbiamo alcuna credibilità internazionale ? Non è più plausibile che uno straniero preferisca investire i propri denari altrove piuttosto che in un paese in cui la pressione fiscale sugli imprenditori è a livelli imbarazzanti, la normativa in materia è un ginepraio inestricabile di adempimenti burocratici e manca, come in ogni altra nazione civile, una legge anticorruzione che garantisca la possibilità di operare onestamente e non invece a colpi di mazzette?

D’altra parte, nonostante il restyling al loden del governo Monti, le sorti dell’Italia sono ancora strettamente nelle mani del Cainano e della sua cricca. Vi dice niente il congelamento del Beauty Contest sulle frequenze televisive ? O il fatto che Maccari ( il vice Minzolingua ) se ne resti tranquillamente al suo posto, nonostante siano evidenti anche ai muri le collusioni dei vertici Rai con quelli di  Mediaset ? La Camera ha addirittura rispolverato un vecchio leit motiv berlusconiano, quello sulla responsabilità civile dei giudici, decretando, in modo peraltro evidentissimo, la fine della traballante maggioranza che sostiene il governo ( lo dicevo con B. e lo ripeto anche ora con Monti : devi dimetterti ). L’emendamento porcata, che introduce una norma incostituzionale, lo dobbiamo alle farneticazioni del leghista Gianluca Pini, un personaggio di una rozzezza disarmante, la cui arroganza è direttamente proporzionale a un’ignoranza che pare non avere limiti. L’uomo, tra l’altro, è bene ricordarlo, oltre a discettare di diritto come un Giustiniano dei tempi moderni, risulterebbe anche essere un noto evasore ( ne sa qualcosa la Procura della Repubblica di Forlì ). Ma questa è un’altra storia.

Non lo è invece, la figura di merda che l’Italia sta facendo a livello internazionale con la gestione dell’emergenza neve. Roma, caput mundi, è lo specchio più fedele del fallimento delle nostre amministrazioni locali, sia a nord che a sud. Aledanno, a cui tuttavia  vanno riconosciute grandi capacità di manganellatore e nepotista, è riuscito in due giorni  a trasformare Roma in una selvaggia tundra siberiana. Era davvero così difficile prevenire e prepararsi adeguatamente ad affrontare le conseguenze di una forte nevicata ? Pare proprio di si .Tutta colpa, dice Alemanno, delle previsioni del tempo, completamente sbagliate. Le previsioni del tempo ??? Quelle le guardo io prima di uscire di casa, non un Sindaco di una metropoli, che in frangenti come questi dovrebbe stare al telefono 24 ore su 24 con la Protezione Civile.

Insomma, il buon vecchio andante “ Io non c’ero, e se c’ero non lo sapevo “ continua a essere un evergreen senza tempo. Funziona così bene che lo hanno adottato anche a sinistra. Luigi Lusi, tesoriere di un partito estinto, che in base a una legge frode del 1994 continua a papparsi soldi pubblici, ha asportato dalle casse della Margherita la bellezza di 13 milioni di Euro, utilizzati poi per personalissimi investimenti immobiliari. Tredici milioni, non tredicimila. Da parte di Rutelli, Castagnetti, Bersani si leva stentoreo un coro di “ Ma come ? Noi non sapevamo ! E’ scandaloso ! Prenderemo provvedimenti ! “. Ma de che ? Possibile che tutti facciano i finti tonti ? Possibile che i vertici di un partito non si accorgano di un ammanco di questa entità ? Non è forse più probabile che lo sapessero e, per così dire, un po’ di cresta l'abbiano fatta tutti ? Comunque, siamo in una botte di ferro. Il fiero  Bersani ha già detto che farà intervenire gli organi competenti, cioè la Commissione di Garanzia. La stessa che qualche mese fa gestì l’affare Penati, uno che si faceva corrompere anche dai sassi, con le conseguenze che tutti conosciamo bene ( autosospensione, ma non espulsione dal partito ). Siamo a posto.

Blackswan, domenica 05/02/2012

13 commenti:

gianf ha detto...

Si parla dell'emergenza meteo a Roma ma si sono fatti un giro dalle nostre parti? Qui in Emilia siamo letteralmente seppelliti. A Forlì è arrivato l'esercito.

Blackswan ha detto...

Ho visto, Gianf. Ho citato Roma perchè è un caso emblematico di come viene gestita la situazione in tutto il territorio nazionale.Una vergogna senza pari.

mr.Hyde ha detto...

Amico mio, preferisco passare da te quando parli di musica, perchè mi fa bene all'anima..
Quando l'argomento è come quello di oggi m'incazzo come una bestia!..
Naturalmente concordo su tutto..Specie sull'ombra del nano.Proiettata sul muro diventa più grande e dannosa..

pOpale ha detto...

La cosa che mi fa più incazzare è che non ci sia mai nessuno che si prenda la colpa. Mi sembra di essere all'asilo quando li sento parlare!

nella ha detto...

Mr. Hide, non ha tutti i torti, preferisco stendere un velo pietoso, fare lo struzzo si... è vero, perchè questa Italietta è gestita che fa male al cuore. Tutto è un circo balordo che ruota su se stesso, ed ognuno pensa ai propri panni, fregandosene altamente della collettività. Parole senza riscontro se non sacrifici abnormi per la solita gente, tutele che nascondono sempre un' insidia... Ma che pochezza , che vergogna , che schifo... Purtroppo sono le stesse parole che pensiamo da molto , troppo tempo.. Che fare? Io proprio non lo so....Ciao Nick!!!

angie ha detto...

Francamente gli italiani onesti, non sanno davvero più cosa pensare...
tutto ciò è tragico-comico. Ma siamo come le stelle che stanno a guardare, forse con grande civiltà e senza violenza sarebbe arrivato il momento di preparare un contro-progetto..un'unione di persone comuni , oneste, che presentino le reali esigenze di un popolo, che vuole un Italia altrettanto onesta, e civile...
Ti ringrazio molto per la tua adesione al blog misteri Angie Ginev.
Grazie ancora
Angie.

Mary ha detto...

L'ho scritto in altri mei interventi ai tuoi post...siamo messi male...e non vedo la luce alla fine del tunnel. Siamo guidati da una massa di incompetenti e arraffoni...personaggi scaltri e unicamente concentrati su se stessi. A noi resta solo l'ideologia, perchè da destra a sinistra è un pianto.. Monti è lì perchè ce l'ha messo il Caimano..Monti è lì e fa il gioco delle lobby..è durata poco l'illusione che questo governo potesse finalente e seriamente fare qualcosa per la gente comune...imprenditori onesti, lavoratori, pensionati..Monti è lì, e insieme ai suoi ministri spara cazzate a non finire...Monti è lì, e ci darà il colpo di grazie...e poi anche lui dirà...Oh perbacco ! C'ero ma non me ne sono accorto !

Arianna ha detto...

Cosa vuoi..cercano di negare l'evidenza...credono di essere furbi, di togliersi dalle responsabilità...invece dovrebbero pagare per queste "uscite" di gaffes e per l'incompetenza.
A proposito, ti menzionerò nei px giorni nell'award del mio blog dove segnalo altri 15 tra i miei blogger preferiti....
Baci.

Melinda ha detto...

Che stessero arrivando forti nevicate lo dicevano da giorni e giorni, ma AleDanno che previsioni ha visto? Mah!

Alligatore ha detto...

Concordo con molte tue analisi. Su Monti sai come la penso: hanno messo uno con una faccia presentabile all'estero (perchè quella di prima era sputtanata per sempre), per fare le stesse cose di prima, o anche peggio (vedi il rifinanziamento della missione in Afghanistan, con la clamorosa decisione del governo di autorizzare, senza il parere del Parlamento, bombardamenti aerei da parte della nostra aviazione (manco La Russa osava tanto...).
Sulla corruzione nella Margherita, permettimi una cosa: non è un partito di sinistra, ma la Margherita sono gli ex democristiani alleati con la sinistra.

Granduca di Moletania ha detto...

Gianluca Pini ? Ma tu mi inviti a nozze !!!!!!
Confermo tutto quello che hai scritto su di lui e qui mi fermo perchè non vorrei beccarmi una querela.
Pensa che questo virgulto padaniano non è nemmeno riuscito a farsi eleggere sindaco a Pennabilli, paesino in provincia di Rimini, con 3.000 abitanti e 2.000 elettori. Nonostante la sua forza da parlamentare è riuscito a fallire. Un genio.
Mi vergogno solo di errergli corregionale.

Un abbraccio.

Ernest ha detto...

passano gli anni ma direi che le cose sono le stesse... e questo fa male.

CyberLuke ha detto...

L'abisso che separa la nostra classe politica da tutti noialtri non è mai stato così vasto dai tempi delle vecchie monarchie.
Solo che allora non c'era alcuna pretesa di democrazia.
Ci sono ancora parole?