lunedì 19 marzo 2012

FULL METAL JACKET: PEACE SIGN vs. BORN TO KILL

Per la rubrica CineCult voglio condividere questo minuto tratto dal film Full Metal Jacket di Stanley Kubrick. Da questo film si potrebbero trarre almeno 5 o 6 scene cult. Se dovessimo poi considerare l'intera produzione del regista americano, da me personalmente molto amato, allora forse sarebbe necessario un intero blog dedicato ai suoi film. In questo minuto di conversazione tra il colonnelo ed il giovane marine si trova forse l'intera essenza dello stesso film e chissa' di altre opere di Kubrick. Il bene ed il male. La forza ed il lato oscuro per dirlo alla "star wars". Antico tema che da sempre accompagna l'essere umano, a qualsiasi latitudine/longitudine si trovi, con qualsiasi colore di pelle e con qualsiasi credenza religiosa. Il contrasto profondo ed innato tra due istinti naturali, che non sempre cercano di prevalere uno sull'altro ma che piu' spesso convivono nei nostri cuori.   Lo Yin e Yang, la dualita' dell'uomo, come spiega il marine ad un incredulo e stupefatto colonnello, che crede di trovarsi in una missione catartica: "we are here to help the vietnamise because inside every gook there is an American trying to get out" ("siamo qui ad aiutare i vietnamiti perche' dentro ogni indigeno c'e' un americano che cerca di uscir fuori")





LINK alla versione italiana



PS: auguri a tutti i papa' :)

Offhegoes 19/03/2012

16 commenti:

cristiana2011 ha detto...

Un film indimenticabile che rappresenta l'assurdità delle varie guerre volute dagli USA con la scusa vergognosa della libertà altrui.
Cristiana

Ernest ha detto...

beh davvero indimenticabile questo!

Nora* ha detto...

Great Film!

Ezzelino da Romano ha detto...

Un capolavoro, in cui la parte veramente violenta a mio parere è la prima, quella che illustra l'addestramento in caserma e l'azzeramento dell'uomo per costruire un soldato.Ma questa scena è stupenda, soprattutto nel passaggio in cui l'ufficiale dice a Joker "Cerca di stabilire un collegamento tra il culo e il cervello ragazzo, altrimenti saranno cazzi enormi"
Evidentemente non era convinto della teoria junghiana...
Ecco, se c'è una cosa positiva nella nostra cialtronaggine ed approssimazione di italiani è che ci tiene al riparo quasi sempre dal dramma della crudeltà.
A un italiano non verrebbe mai in mente di accoppare qualcuno per aiutarlo a far uscire l'italiano che è in lui.
Credo.

Offhegoes ha detto...

come non essere d'accordo con te Ezzelino ;))) penso all'italiano che possa esserci dentro di noi e mi vien da ridere ;))

@ Cristian & Ernest: indimenticabile...soprattutto perche l'ho visto almeno 5 volte ;))

@Nora: great film indeed!! :)

Resto In Ascolto ha detto...

ricordo che in quel periodo aspettavo la cartolina per partire militare e avevo anche un gran paura. il film mi disturbò parecchio (soprattutto la prima parte) e rimase nella mia memoria molto a lungo.
capolavoro.

Ezzelino da Romano ha detto...

Pensa che io, partito dopo il film (Novembre 88), durante i "campi" giravo in assetto da guerra e indovina che cosa mi ero scritto sul telino dell'elmetto?
Il mio capitano, simpaticissimo, di Caserta, mi ha chiesto che cosa volesse dire e quando gliel'ho spiegato la sua risposta è stata "Mavafangulo va'".

Emanuele Secco ha detto...

Scena memorabile!

E.

nella ha detto...

Uno dei pochi registi che sceglieva con estrema accuratezza e maestria le colonne sonore dei suoi film, sempre indimenticabili... Grande capolavoro! Come sempre " Chapeau" o mio capitano....

Sandra M. ha detto...

Davvero film memorabile, come già è stato detto. Molto più completa la versione originale rispetto a quella linkata.
E quel ... "sir" ?, bell'esemplare di mente ..."semplice" , tanto per non usare altri termini.

Lorenzo ha detto...

I doppiatori italiani hanno voci migliori.

Massi ha detto...

Kubrick ha sempre fatto dei film coraggiosi(oltre a questo cito l'adattamento,anzi,il miglioramento di Shining dato che il film è mooooolto meglio del libro)e questo ne è una prova. Grande film

...Domani è comunque un altro giorno ha detto...

Una scena veramente indelebile... :)

Alligatore ha detto...

Gran film, però permettimi di citare anche "Orizzonti di gloria", altro film di mister Stanley contro la guerra ....

Offhegoes ha detto...

@ Resto in ascolto: in effetti la prima parte e' molto violenta e disturba parecchio (Penso alla scena finale del suicidio di "palla di lardo" e mi vengono i brividi)....

@Ezzelino: me lo immagino come se lo vedessi in questo momento di fronte a me ... il sergente casertano ;)))

@ NElla: d'accordissimo

@Sandra: a me piace vedere i film in lingua originale...il colonnello e' impagabile....ho anche notato evidenti traduzioni libere nella versione italiana...ma tant'e' ... abbiamo grandi doppiatori ;))

@Lorenzo: per questo ho messo entrambe versioni, ognuno guarda cio' che piu' gli piace :)

@ Massi: d'accordissimo con te

@Domani e' un altro giorno: indelebile et indimenticabile

@ Alligatore: assolutamente!! :)

Adriano Maini ha detto...

Un film che al solo pensiero mi fa rabbrividire per le atroci assurdità delle guerre!