giovedì 10 maggio 2012

LA BAMBA - RITCHIE VALENS


Per Ritchie la musica è tutto. Sarà che a casa, i suoi genitori ascoltano per ore folk messicano e impazziscono letteralmente per quei gruppi vocali, tanto in voga negli anni '50, che cantano doo woop e r'n'b. Sarà che il piccolo Valens va in brodo di giuggiole ogni volta che la radio passa canzoni di quel nuovo genere musicale che fa ballare tutti i giovani americani e che chiamano rock. Fatto sta che quando gli regalano una vecchia chitarra, gli pare di aver toccato il cielo con un dito, e se ne va in giro dalla mattina alla sera a strimpellare tutto quello che gli viene in mente. Poco importa, poi, se la sua chitarra di corde ne ha solo due e per comprarsi le altri deve risparmiare sulla paghetta : suona comunque bene, ogni giorno che passa migliora e ha questa fissa di scrivere una canzone che lo renderà famoso. Quando inizia a frequentare il liceo è già considerato una piccola star, dal momento che dove c'è una festa, lui è lì, a suonare per tutti. E poi è dotato di un carisma così travolgente che in quattro e quatr'otto viene arruolato come leader dei Silhouettes, una rock band locale che conosce una certa notorietà nei dintorni di Los Angeles. Il giorno in cui Bob Keane, proprietario della Keen Records, lo sente suonare, Ritchie realizza il sogno della sua giovane vita. Assunto a tempo pieno fra gli artisti della casa discografica, nell'estate del 1958, Valens pubblica il suo primo singolo, Come On, Let's go ! e in un colpo solo fa il botto : 500.000 copie vendute e un lungo tour di successo. Quando rientra in studio di registrazione, Ritche porta a compimento la composizione di Donna, un vecchio brano che aveva iniziato a scrivere ai tempi liceo con l'intenzione di dedicarlo alla sua ragazza di allora, Donna Ludwig. Nel contempo, ha una stramba intuizione : sul lato B del 45 giri, inserisce la versione rock de La Bamba, una canzone folk messicana cantata interamente in spagnolo. A dir la verità, non ci crede molto ( chi mai potrà comprare un singolo in lingua ispanica e che affonda le sue radici musicali in una cultura lontanissima da quella americana ? ), ma segue comunque il proprio istinto. Mentre Donna arriva alla numero 2 delle charts statunitensi, La Bamba si attesta a fatica alla posizione numero 22. Eppure, nonostante lo scarso successo iniziale, quel divertentissimo huapango messicano diventerà una delle canzoni più conosciute e vendute della storia, tanto che nell'immaginario collettivo Valens e La Bamba saranno considerati per sempre sinonimi.
Ciò che davvero meraviglia è il fatto che ciascuno di noi avrà ascoltato, ballato e cantato a squarciagola, almeno un centinaio di volte nella vita, il testo de La Bamba, senza avere però la più pallida idea di quale fosse il significato della canzone. Che è scapigliata, concitata, ritmatissima, ma che a dispetto della giocosa velocità è in realtà una sorta di promessa d'amore, un canto nuziale di eterna fedeltà. In Messico, La Bamba era una canzone che gli  sposi interpretavano, cimentandosi in un  difficilissimo ballo, i cui rapidi e complicati passi rappresentavano la metafora delle difficoltà della vita. La capacità di affrontare all'unisono le ardite movenze della danza ( " Para bailar La Bamba se necesita una poca de gracia " ) dimostrava per similitudine quella che era, e sarebbe stata, la perfetta sintonia della coppia anche di fronte agli imprevisti dell'esistenza. Insomma, meglio si ballava la canzone ( soprattutto quando, verso la fine, il ritmo si fa più incalzante e nella versione rock Valens canta " Arriba, arriba ! ", veloce,veloce ) più era evidente che i due coniugi fossero fatti l'uno per l'altra. Un matrimonio che, oltre alle serratissime movenze del ballo, doveva la propria riuscita anche al giuramento di amore eterno fatto dall'uomo alla donna e contenuto nelle parole : " Yo no soy marinero, soy capitan ! "  ( nessuna promessa da marinaio, io prometto come un ufficiale, sono un uomo d'onore ). Per la cronaca, Valens non riuscì mai a godere del successo della canzone che lo consegnò alla gloria. Quattro mesi dopo la pubblicazione del singolo, la notte del 3 febbraio 1959, l'aereo su cui stava viaggiando, in compagnia di Buddy Holly, si schiantò in un campo di grano in prossimità di Clear Lake. Ritchie aveva solo diciassette anni, ma era già entrato di diritto nella storia della musica popolare. Tanto che, quel fatidico giorno, viene ricordato negli annali del rock come " The Day The Music Died ", il giorno in cui la musica morì.
Tra le migliori cover de La Bamba merita un cenno quella interpretata dai Los Lobos nel 1987 e inserita nella colonna sonora del film che porta il nome della canzone e che racconta la storia dello sfortunato Ritchie.   



Blackswan, giovedì 10/05/2012

19 commenti:

Roberto Paglia ha detto...

Un bellissimo articolo, grazie!

nella ha detto...

Ma Nick caro , quanto questa canzone e il povero Ritchie Valens sia nel mio cuore... L'ho danzata tante volte e mi ha sempre procurato un immensa gioia e divertimento. Ricordo anche il film, interpretato benissimo da Lou Diamond Phillips! Un'altra ventata di allegria per questa giornata per me così caotica , ma estremamente positiva... Un superabbraccio!!!!!!!

Fullina ha detto...

E' qui la festa? ... Forza con La Bamba si balla!!!
Mexico :)

CoffeeGirl ha detto...

Effettivamente non mi sono mai interrogata sul significato del testo... bellissimo...
Ho conosciuto la storia di Ritchie Valens tramite il film; mi rattristò molto sapere in che modo sia stata spezzata la sua giovane vita ed interrotta la sua promettente carriera.
E' bello che ci sia chi lo ricorda ancora.

Melinda ha detto...

Nick, mi inchino!
Quante volte ho ballato e cantato a squarciagola, come tu stesso dici, senza aver mai pensato al vero significato del brano.
Adoravo questo pezzo, ma ora che so, ora che conosco, apprezzerò ancora di più
Grazie Nick, da te c'è sempre tanto da scoprire :D

Sandra M. ha detto...

Eh...qui si va sul mitico! Ma nemmeno io conoscevo tutti i risvolti di significato.

face ha detto...

e dire che la bamba oggi è diventata un altra cosa...:)

Mary ha detto...

Non ho mai amato particolarmente la bamba..ma ho letto, come sempre, con grandissimo interesse il tuo post :)
Un abbraccio e buona serata

Irriverent Escapade ha detto...

Mi unisco all'elenco di quelli che hanno ballato (infinite volte) e cantato (??!!!) a squarciagola la Bamba come se fosse nulla piu' che una canzonetta idiota dal ritmo coinvolgente.
Post davvero interessante e curioso :-)

S. ha detto...

Non sapevo tutti i retroscena...come tutti quelli che hanno commentato, per me era solo una canzonetta allegra...

MrJamesFord ha detto...

Gran bel pezzo davvero.
Oltretutto, mi hai fatto tornare alla mente il film, che da piccolo avrò visto un paio di milioni di volte.

Marco Goi (Cannibal Kid) ha detto...

sicuro sicuro che il significato de la bamba non sia un altro? ;D

Adriano Maini ha detto...

Ci ho messo anni - eppure conoscevo quella magnifica canzone già da bambino - per conoscere - e ne sono rimasto preso a fondo - la vita di Valens, che tu hai qui egregiamente raffigurato, ... mi capitan!

Elle ha detto...

Se sei arrivato in Messico, posso sperare che tu giunga a Cuba? Il Sudamerica è zeppo di musica all'apparenza solo allegra, ma dal significato profondo: se non è Amore profondo tra uomo e donna, è Amore profondo per il proprio Paese, si va dal romantico al rivoluzionario.
Nell'attesa che mi diventi salsero, mi riascolto con piacere La Bamba: mi piacciono entrambe le versioni, quella dei Los Lobos perché ha in più una cosa che potrebbe essere una fisarmonica (adesso inizio a spararle), Ritchie Valens perché aggiunge il rock ma mantiene la clave (la chiameranno così anche in Messico?)
Il film a CasaMia era famoso perché era una storia vera oltre che tragica!

Massi ha detto...

Per quante volte l'ho suonata, cantata e ballata c'ho perso il conto. Ottimo post

lozirion ha detto...

....E pensare che non l'avevo mai considerata più che una canzone da ballare....

Grande Nick!

Holyriver ha detto...

Un altro post che colpisce nel segno.
Sei un grande.
A presto.

nina ha detto...

Sì è vero, chi non si è goduto le cantate a quarciagola de La bamba?
Il tuo articolo ha arricchito quel ricordo di un rignificato più profondo.
Una cosa che mi aveva colpito, vedendo il film, era il legame col fratello che nonostante gelosia e competizione era fortissimo. Mi è rimasta impressa la scena finale in cui il fratello, alla notizia della morte di Ritchie, corre disperato lanciando un urlo che mi è parso racchiudesse tutto il suo dolore, e anche tutta la rabbia e il senso di sconfitta per quel sogno di riscatto che Ritchie aveva rappresentato anche per lui, tragicamente interrotto.

Anonimo ha detto...

Hi! This іѕ kind of оff topiс but I need
somе help frоm an еѕtablished
blog. Iѕ іt hаrd to set up your οwn blog?
Ι'm not very techincal but I can figure things out pretty fast. I'm thinkіng about creatіng my own but I'm not sure where to begin. Do you have any ideas or suggestions? Thanks

Here is my page; side effects of hcg