venerdì 22 giugno 2012

SIMPLY THE BEST


Mai titolo mi è sembrato più adatto per distinguire una grande donna del rock , un'icona vivente che ancora fa palpitare i  nostri cuori e scalciare le nostre gambe. Tina Turner! Per quanto mi riguarda è sempre stata il simbolo del coraggio, della caparbietà, del talento e della generosità.Non ricordiamo i tristi esordi con il marito Ike, che la prostituiva pur di trovarne un profitto. Ma se tutto non bastava e qualche mossa non era quella giusta nello spettacolo, non mancavano le botte , ma quelle vere forti , potenti che lasciano un segno doppio, lei che si prendeva cura anche dei figli di questo bell'imbusto.Lavorava come madre, come moglie, come artista senza avere soste o soddisfazioni. Bisognava raccogliere il coraggio per  sopravvivere, era necessario per lei e per i figli, e questo coraggio lo prese a quattro mani fuggendo da tutto e tutti con i ragazzi, aiutata da quegli stessi artisti che l'avevano sempre ammirata e che la volevano proteggere da un destino che poteva anche essele fatale. Questa donna che riprese in mano in modo trionfale la sua carriera,che era di nuovo considerata un oggetto di desiderio, ma con un'anima ben definita. Tutte le porte le si spalancarono , i grandi concerti, le partecipazioni a celebri film, i grammy piovuti dal cielo... tutto e di più . Perfino l'amore , quello vero con un uomo più giovane di 22 anni ,  Erwin Bach  tedesco di Colonia, con lei dal 1986. 

Questa leonessa di fuoco, non si è mai arresa davanti a nulla, solo ora gode il suo meritato riposo( ma non sempre!) tra la Francia, la Germania e la Svizzera.Ebbi la fortuna di incontrarla quasi a fine carriera , se mai fine c'è stata, io ho molti dubbi a tal proposito. Non sarà certo il fuoco pieno di passione che ci avvolgeva nei suoi concerti, ma ritirata per sempre ,non penso.Il dono di qualche sua apparizione , spero ce lo dia ancora. La ricordo ad Albenga , in un mesto spettacolo fatto dentro uno squallido campo sportivo( e lasciatemelo dire...), lei che aveva calcato i palchi di tutto il mondo come il fantastico superconcerto di Rio de Janeiro. Ma mi mandarono lì e ne fui felice, egoisticamente più per me che per lei, anche se il luogo non era da regina.Quando la vidi , mi stupii per la sua struttura fisica. L'immaginavo maestosa, alta , ridondante, e mi venne incontro una graziosa ,minuta persona, naturalmente con uno dei suoi soliti abiti sexy che slanciavano le sue gambe nervose  e la sua criniera fulva incorniciata da un viso allegro e ridente. Sprizzava ottimismo da tutti i pori , come si trovasse in un luogo fatato e conversò brevemente con me con un'affabilità e gentilezza che poche volte ho avuto modo di conoscere.Era un fiume in piena , non c'era bisogno di fare domande, tutto usciva fuori liscio e senza remore , senza pudore, con una naturalezza disarmante. Insomma, la più imbarazzata ero io, mentre mi passavano davanti come un film, i pugni di Ike, la generosità degli amici, gli intrecci libertini con esponenti importanti della musica mondiale( vedi David Bowie e Mick Jagger), contornati dalle mie stupide curiosità intime su questi duetti o trii che , per un certo periodo di tempo, l'avevano portata su molti giornali del gossip. Che figura... La sua risata era così cristallina e divertita , da farmi sentire proprio quella che ero. Una stupida ragazza provinciale con dei pruriti da scoprire, come se non ci fosse stato nulla di più interessante! La vidi sparire per guadagnare la scena a capo chino ancora sorridendo, certo le avevo fatto pena o simpatia. Lei mi perdonò e io e perdonai la mezz'ora di play-back sulle note di " Nut bush city limit"! Che favola!




NELLA, venerdì 22/06/2012

11 commenti:

zefirina ha detto...

oddio avevo pensato ad un elogio funebre, per fortuna non è morta, donne di questa tempra ce ne sono più poche, è proprio una leonessa

nella ha detto...

Zefirina cara.. un elogio funebre? Povera Tina speriamo campi cent'anni!

Adriano Maini ha detto...

Avessi saputo da ragazzo la bestia che era Ike forse gli avrei scritto delle letteracce. Ricordo bene, poi, la Tina anni '80.

Mary ha detto...

Cara Nella, Tina Turner non è mai stata uno dei miei idoli. Conosco poche delle sue canzoni forse le più famose. Al contrario, però, mi ha sempre affascinata la sua figura di donna e il suo indubbio talento. L'ho sempre vista come una donna forte e determinata. Grintosa. Una di quelle persone che per usare una frase fatta : "si piegano, ma non si spezzano". L'ho sempre vista come una persona umile, una di quelle persone che non diventano vittime del proprio successo, che se lo godono, ma senza lasciarsi schiacciare, mantenendo intatta la propria genuinità e semplicità. Ho sempre amato il suo sorriso, forse perché anche io sorrido sempre, anche quando avrei voglia di fare tutt'altro :)
Mi aveva colpita il film biografia sulla sua vita. Mi sono resa conto, guardando quel film, che le mie sensazioni erano giuste. E ora, il tuo bellissimo post, è una ulteriore conferma.
Un abbraccio, e buon fine settimana :)

nella ha detto...

Per ADRIANO = Caro amico mio, quel bel tipetto di Ike era proprio u tipo da mettergli le mani adosso!!!! ora lasciamolo stare nella sua pace eterna.... Una magica domenica , dolce amico mio! Per MARY = ogni tuo commento è il sogno che ogni blogger vorrebbe avere , dolcissima.....Tutto quello che dici non è altro che la pura verità. Una donna forte , semplice , genuina e soprattutto estremamente sincera.... Un grosso bacio!

nina ha detto...

A me è sempre piaciuta, oltre che per la bravura, per quel suo carattere da leonessa di cui sopra, per il suo modo di affrontare la vita, compresa l'età, a muso duro (citando parole famose). Poi, The Best è travolgente! Me la sono goduta come una ricarica di energia in quest'afosa mattinata domenicale.
grazie un saluto
Nina

nella ha detto...

Ciao cara NINA, sono contenta che questa canzone ti abbia dato una carica di energia in quest'afa soffocante....Un caro saluto e grazie della visita!

Blackswan ha detto...

La preferivo quando prendeva mazzate da Ike e cantava il r'n'b.Poi,l'ho persa di vista: troppa FM per i miei gusti.

nella ha detto...

Poverella , l'avresti voluta massacrata da Ike? Cerchiamo di essere generosi, è stata un grande personaggio , periodi giusti o sbagliati , intriganti o meno che siano....Ciao mio grande capitano!!

Ezzelino da Romano ha detto...

Ike era una merda d'uomo, musicista di grande talento ma una merda.
Lei meno talentuosa, a mio avviso, ed infatti il suo successo personale è legato a prodotti discografici molto patinati come Private Dancer.
Però certamente una donna fiera e forte.
Oltre che eccitantissima, secondo me.

nella ha detto...

EZZELINO caro, forse sarà stata meno talentuosa ma sulla scena era una vera leonessa del rock.... Confermo l'eccitantissima....Alla prossima!