lunedì 4 giugno 2012

SLASH - APOCALYPTIC LOVE

Genere : Rock
Provo per Slash un affetto sincero, dovuto essenzialmente a due motivi fondamentali. Il primo è che è stato il chitarrista dei Guns N' Roses, uno dei gruppi che più ho amato in vita mia; l'altro è che suona, divinamente, la mia chitarra preferita, la Gibson Les Paul. Queste ragioni sono sempre state sufficienti affinchè comprassi a scatola chiusa qualsiasi disco rilasciato dal capellone con la tuba. E poco importa se certi episodi ( leggi Velvet Revolver )non sono stati all'altezza della fama che si era comnquistato coi Guns. In fin dei conti, da Saul Hudson non ho mai preteso che tornasse a rivoluzionare la storia della musica, sperando più semplicemente che continuasse a suonare la chitarra come un califfo del rock e a sfornare quelle sue robuste canzonacce hard, che ancora oggi mi fanno lussare la cervicale in tiratissimi headbagging. Apocalyptic Love è il secondo lavoro solista di Slash in due anni e la rotta intrapresa con l'esordio del 2010 è, bene o male, la stessa. Con qualche distinguo, però. La sensazione infatti è che il nuovo lavoro abbia una maggiore compattezza e omegeneità, e che sia rispetto al precedente un vero e proprio album, piuttosto che una raccolta di singoli. Prova ne è che alla voce è stato chiamato in pianta stabile ( e si pensa definitivamente ) Myles Kennedy, leader degli Alter Bridge e funambolico cantante dalle ottave infinite. E probabilmente è questa la novità più corposa che caratterizza il nuovo lavoro. Se da un lato si percepisce una grintosa determinazione a dare vita a una band stabile e con un suono ben connotato ( al basso c'è Todd Kernes e alla batteria Brent Fitz, entrambi ottimi comprimari già collaudati dal vivo ), dall'altro un poco si attenua il fascino che aveva caratterizzato quel primo lavoro, in cui, con altalenanti risultati, si alternavano alla voce tante navigate rockstar ( da Fergie a Ozzy, da Ian Asbury a Lemmy ). Apocalyptic Love suona quindi molto più compatto, a tratti quasi monolitico, nel suo sfrecciare a cento all'ora fra riff muscolari, incendiari assoli e fulmicotoniche scale. Mancano rispetto all'esordio del 2010 canzoni dal piglio radiofonico, e occorrono più ascolti per entrare in sintonia con un disco tutto sommato buono ma privo di quei ganci melodici che da sempre caratterizzano la scrittura di Slash. Tra gli episodi che meritano una citazione segnalo la title track, No More Heroes e le due bonus tracks dell'edizione deluxe, Carolina e Crazy Life.
VOTO : 6,5
Blackswan, lunedì 04/06/2012

12 commenti:

Roberto Paglia ha detto...

Sono tornato a casa da pochi minuti, e ancora non mi sono tolto di dosso la maglietta dei Guns comprata in occasione di un loro concerto... il tuo articolo è quindi quanto mai gradito! :)
Il disco di Slash non l'ho ascoltato, vedrò di farlo quanto prima, intanto ti ringrazio per questo ottimo post.

A presto :)

Mary ha detto...

Non è affatto male questo pezzo è bello carico, di certo tiene svegli ( quindi non mi conviene ascoltarlo prima di andare a dormire ! ) :)..mi piace molto l'immagine della copertina..bella davvero !:)
P.S. Con me alla guida puoi stare tranquillo,esci pure di casa senza remore ! :D

mr.Hyde ha detto...

Certo, Slash tecnicamente fa quello che vuole, è un grande chitarrista, ti dà quello che ti aspetti, ma..
confermo il tuo voto (avendo ascoltato solo il pezzo che proponi da you tube)
Un caro saluto!

Melinda ha detto...

Davvero un gran bel pezzo, come è stato già detto qui su è un pezzo che ti sveglia...mi sarebbe comodo in ufficio in pomeriggi tipo quello di oggi in cui sbadigliavo un minuto sì e l'altro pure...mi sa che me lo metto sull'mp3 :D

Flâneur ha detto...

"Youre A Lie" è energetica più di una bottiglia di Vov.
Non ho gran confidenza con la produzione di Slash - mea culpa... - ma questo squarcio di hard-rock purista merita per lo meno un ascolto. Non fosse altro che per solidarietà con la tua cervicale.
Rock on!

Blackswan ha detto...

@ Roberto : ho come l'impressione che io e te abbiamo più o meno la stessa discografia :)

@ Mary : direi che questo è un pezzo ottimo per il risveglio.Un abella dose di adrenalina :)

@ Mr Hyde : come Slash, effettivamente, ce ne sono pochi al mondo.Poi, la sua musica è tutta qui: hard rock che più classico non si può.

@ Melinda : io quando sto in ufficio non riesco a uscire dal coma nemmeno con le bombe :)

@ Flaneur :Ormai la mia cervicale merita un degno epitafio piuttosto che solidarietà:) Comunque apprezzo, Bro :)
Nite :)

Domenico ha detto...

E invece di questa cosa che il servizio di sicurezza dei Guns proibisce ai fan di indossare magliette dell'odiato Slash che ci dici?!
Ero passato proprio per vedere se c'era qualcosa di simpatico sull'argomento...
Che poi, a ben vedere, è come se uno fosse andato al derby con la 9 nerazzurra di Ronaldo, dopo il suo passaggio all'altra squadra di Milano :)

nella ha detto...

Mi sono sempre piaciuti i Gun's e tanto più l'originale Slash , che si dimostra in rare apparizioni , anche un ottimo player di chitarra acustica, avendola studiata...Ciao Black, un grande modo per iniziare il giorno pieni di energia!

Granduca di Moletania ha detto...

La Gibson Les Paul standard è sicuramente la chitaraa più bella del mondo, ma io la preferisco di colore nero. Color oro mi sembra troppo pacchiana.

Ernest ha detto...

welcome to the jungle ragazzi!

Elle ha detto...

Sì, però la copertina l’è proprio brutta.
Esistono diversi tipi di chitarra, buono a sapersi, no per sapersi e basta, non credo però che saperlo mi servirà a riconoscerla quando la sento.
Comunque, io arrivo qui la sera tardi quando proponi qualcosa per la mattina presto, e la mattina presto quando proponi qualcosa che mi andrebbe bene per la notte, com'è?
Intanto You're A Lie e No More Heroes mi piacciono, domattina faccio il bis come prima cosa :)

Elle ha detto...

Eh sì, ascoltato di giorno (a volume più che umano) fa tutto un altro effetto, la chitarra si sente eccome, e ho capito cosa intendi quando dici che suona divinamente.
E pensare che io non sapevo nemmeno della sua esistenza..