domenica 5 agosto 2012

THE GASLIGHT ANTHEM – HANDWRITTEN



Ci sono dei dischi che si recensiscono con una facilità incredibile, occorre solo profondere lo stesso sforzo necessario a tracannarsi una pinta di birra gelata in compagnia degli amici. Prendi i Gaslight Anthem, ad esempio. La loro musica mi piace un fottio, e credo dipenda da una predisposizione genetica all’ascolto di un certo classic rock di derivazione americana che pare, almeno alle mie orecchie, non subire mai il logorio del tempo. E poi, diciamolo con franchezza : il combo capitanato dal buon Brian Fallon, figlio di un America on the road dalla faccia pulita e dai sogni infranti ( leggi Bruce Spingsteen ), è da anni che compone sempre lo stesso disco, a volte con ottimi risultati ( Sound Of ’59 del 2008 – recuperatelo, ne vale davvero la pena ) altre con un’ispirazione compositiva decisamente modesta ( il mediocre American Slang del 2010 ). Tant’è che per raccontare di questo nuovo Handwritten, avrei potuto recuperare una delle recensioni scritta per uno dei tre precedenti album, modificarla un poco e postarla sul blog, con tanti saluti alla fantasia. Perché se è vero che Handwritten presenta alcune novità, nessuna di queste, a dire il vero, incide sensibilmente sui contenuti dell’album. Il passaggio a una major ( la Mercury ) dopo anni di gavetta nel sottobosco indie ( la SideOneDummy ) e la produzione calibratissima di Brendan O’Brien ( Pearl Jam, Sprimgsteen, Incubus, The Jayhawks, etc ), che mantiene intatto un suono che è ormai un marchio di fabbrica, rendendolo solo un po’ più morbido e rotondo, rapresentano nulla più che piccoli ritocchi al maquillage, mentre la sostanza del disco rimane sempre la stessa. Le undici canzoni che compongono l’album, infatti, filano via energiche e sudate attraverso l’autostrada rock vintage che parte da Springsteen e arriva fino ai Clash, e non disdegnano qualche sosta ristoratrice all’autogrill del punk più melodico. Il risultato, come lo fu per Sound Of ’59, è un disco divertente, ma non sorprendente, capace di pompare adrenalina nelle vene e di tenere alto il livello di testosterone nel sangue. Se da un lato la sensazione è quella di ( un piacevole ) deja vù, dall’altro sarà difficle non apprezzare il tiro lungo di brani ( 45, Handwritten ) che, in virtù di una sincera, e forse ancora un po’ ingenua, attitudine punk, si fanno ascoltare a ripetizione, più coi muscoli però, che con la testa. Alla fine di una prova decisamente convincente, spunta anche un gioiellino acustico di rara intensità ( National Anthem ), che paga un debito enorme al boss e alla sua I’m On Fire, ma ci fa commuovere alle lacrime.

VOTO : 7


Blackswan, domenica 05/08/2012

9 commenti:

nella ha detto...

Personalmente , anche se non variano poi tanto da una produzione all'altra, mi piacciono....

MrJamesFord ha detto...

Mi sono sempre piaciuti.
Sarà che, da fan del Boss, sento radici rock comuni.

m4ry ha detto...

E tanto per cambiare mi hai incuriosita :)
Il pezzo che hai postato mi piace, è bello carico e pompato..ma la mia attenione è andata altrove, e cioè al tuo riferimento al "gioiellino acustico di rara intensità". L'ho cercato su youtube, ed in effetti è meraviglioso. Bello e intenso. Io, poi, ho una passione particolare per i pezzi acustici..quindi diciamo che per me è perfetto :)
Baisers

Laura Bleu Vanille ha detto...

Non sono tipi per me. Però la sto ascoltando volentieri questa mattina. Mi da carica ! ; )

Blackswan ha detto...

@ Nella : anche a me piacciono tantissimo.Sono rientrato alla base.Da oggi torno più o meno operativo :)

@ MrJamesFord :Brian Fallon e il boss duettano su No Surrender nel dvd di Springsteen dal vivo all'Hyde Park.Un momento magico.

@ Mary : felice di averti incuriosita :) Il brano citato è davvero bello :)

@ Laura : troppo americani,dici ? Ma no, dai, si ascoltano che è un piacere! :)

lozirion ha detto...

Heila bro!

Finito di abbrustolire al sole?.... :P Bel disco e grande carica, non saranno innovativi, non saranno originali, ma onestamente chissenefrega! Quando c'è da battere il piede e divertirsi con loro si va sul sicuro! ^_^

lozirion ha detto...

Ps. Le foto della Patti ti sono arrivate?....

Blackswan ha detto...

@ Lozirion : bella bro ! Rientrato alla base. Le foto di Patti dovrebbero essere arrivate, ho appena aperto la posta elettronica e mi sembra di aver visto la tua mail.Nel pome, provo a scaricarle.
Il disco dei GA è divertentessimo!

Anonimo ha detto...

The '59 Sound, non Sound of '59 ;)