sabato 23 marzo 2013

SOMEBODY TO LOVE – THE JEFFERSON AIRPLANE



Il motivo (quello che I libri di storia non riportano) per cui Grace Slick entrò a far parte dei Jefferson Airplane è tutt’altro che nobile e non ha nulla a che fare con il rock, almeno non direttamente. Sarà la stessa Grace a spiegarlo qualche anno dopo : “ Volevo farmi Jack Cassidy, il bassista. Adoro i bassisti e lui è il migliore “. In realtà, la Slick, oltre che con Cassidy, ebbe una liaison anche con il batterista del gruppo, Spencer Dryden, e le cronache dell’epoca le accreditarono molte altre storie d’amore (e sesso), la più nota delle quali con il cantante dei Doors, Jim Morrison. Grace, dal canto suo, non faceva nulla per nascondere la propria esuberanza e l’approccio, a dir poco disinibito, nei confronti della vita. Anzi, con sincerità disarmante, soleva ripetere : “ Sono giovane, sto bene, posso prendere tutte le droghe che voglio e sbattermi chi mi pare. Non siamo impiegati di banca : noi facciamo rock ‘n’ roll! “. Forse, gli altri componenti della band non la vedevano proprio allo stesso modo, se è vero che Marty Balin, rispondendo a una domanda su una sua presunta relazione con la cantante, rispose con fare schifato al giornalista che lo intervistava : “ Da Grace non mi sarei fatto fare nemmeno un pompino !”. Né la presero particolarmente bene quella volta che, nel 1973, durante il sound check di un concerto al Chicago Auditorium, la Slick alzò la gonna e fece vedere i genitali al pubblico presente, per dimostrare che non indossava le mutande. D’altra parte, Grace Slick era così, prendere o lasciare. 






Bella da mozzare il fiato (parallelamente all’impegno con la band posava come modella), una voce da contralto potentissima e una presenza scenica che non passava, davvero mai, inosservata. Per converso, la ragazza era quanto di meno gestibile si potesse pensare : sguaiata nell’eloquio, aggressiva e intemperante (ebbe parecchi problemi con le forze dell’ordine), perennemente sotto l’effetto di alcolici o di droghe (la Slick si strafaceva di Quaaludes, un farmaco con azione sedativo-ipnotica, che causava euforia e aumento del desiderio sessuale). Pare che una volta, invitata ad una festicciola a casa Nixon (Grace era amica della di lui figlia, Tricia) la cantante cerco di allungare il punch con una buona dose di LSD, ma venne fermata appena in tempo dal servizio d’ordine. Insomma, la Slick non era proprio quello che si può definire uno stinco di santo. Eppure, nonostante gli atteggiamenti scapestrati e, per usare un eufemismo, molto behemienne, quando il 16 ottobre del 1966 la cantante si esibì per la prima volta dal vivo con i Jefferson Airplane al Fillmore Auditorium di San Francisco (sostituendo Signe Anderson, che era da poco diventata mamma), la carriera del gruppo ebbe un’accelerazione improvvisa e i JA entrarono nella leggenda dalla porta principale. E questo non solo perché Grace era bella e aveva una voce formidabile, ma soprattutto perché portò in dono alla band due grandi canzoni che trasfomarono l’album Surrealistic Pillow (1967) in un successo memorabile. 

La prima, White Rabbit, a firma della stessa Slick, fu scritta in mezz’ora sotto l’effetto dell’LSD ed è probabilmente uno dei brani più fortemente influenzati dal suono psichedelico che la storia ricordi (si tenga conto dell’effetto della droga e del fatto che Grace si fosse ispirata al Bolero di Ravel e ad Alice nel paese delle meraviglie di Carroll). La seconda, Somebody To Love, fu composta insieme al cognato Darby Slick, che ai tempi militava insieme a Grace nei The Great Society, gruppo dal quale la cantante approdò poi ai Jefferson. Somebody To Love venne registrata con il titolo Someone To Love dai The Great Society come lato B di un altro singolo, ma non ebbe alcun successo e il gruppo si sciolse di lì a poco. Il brano venne quindi riadattato da Grace per il nuovo album dei JA, e divenne cruciale non solo per le sorti della band, ma per quelle di un’intero movimento socio-culturale, visto che fu adottata come inno della Summer Of Love (San Francisco ne fu il fulcro) e della nascente controcultura hippie. D’altra parte, i Jefferson Airplane rappresentarono molto meglio dell’acid blues “cattivo” dei Grateful Dead e dei Quicksilver Messanger Service le speranze e le aspettative della cultura hippie : canzoni più melodiche, di breve durata, tagliate col suono folk dei CS&N, e quindi più allineate al Peace & Love californiano.




Blackswan, sabato 23/03/2013

11 commenti:

Adriano Maini ha detto...

Quelli eran giorni...

Lucien ha detto...

Fa-vo-lo-sa! Il mio prototipo di donna!
E vogliamo parlare di quel capolavoro solista che è Manhole?
Oltretutto ha avuto l'intelligenza di farsi da parte al momento giusto.

gioia ha detto...

Che bello questo sguardo dietro la musica. E sulla musica.

...Domani è comunque un altro giorno ha detto...

è piaciuta anche a me, nonostante di hippie io abbia ben poco :)

Bartolo Federico ha detto...

accidenti perchè non ero al posto di marty balin.....

mr.Hyde ha detto...

Favolosa: il prototipo della donna degli altri!
A parte questo scherzo, grandissima musica: con e senza i Jefferson.Meglio con.
..Pero' il bassista pur essendo bravo, ed è vero, era bruttaccio!

Evil Monkeys ha detto...

E chi non si sarebbe voluto fare Jack! era il prototipo del bassista fatto e perfetto. Su Saturday Afternoon E' lui in persona la dose di LSD.
PS: e chi non sarebbe fatto lei, che è stata una meraviglia in terra!

Alligatore ha detto...

Il mio tipo, decisamente, nobile o no, l'avrei presa. Che pezzo White Rabbit, che voce d'usignolo!

Blackswan ha detto...

@ Adriano : come darti torto !

@ Lucien : per una così mi sarei fatto tagliare un braccio...di una bellezza ammaliante. Bellissmo Manhole !

@ Gioia : erano anni d'oro : vine facile :)

@ Domani:...fiuu..ne ho azzeccata un'altra :)

@ Bartolo :ci penso spesso anche io :))

@ Mr Hyde : de gustibus non est sputazzandum...:) E condivido : grandissima musica. Dopo, con Volunteers, sarà anche meglio.

@ Evil : su Jack Cassidy posso concordare solo sotto il profilo squisitamente tecnico :) Grace era u monumento di bellezza !

@ Alli : Davvero un grandissimo pezzo. Ma ho sempre preferito Somebody To Love, in cui la Slick canta in modo divino.

Anonimo ha detto...

Please let me know if you're looking for a article author for your site. You have some really good articles and I think I would be a good asset. If you ever want to take some of the load off, I'd absolutely
love to write some articles for your blog in exchange for a link back to mine.
Please blast me an email if interested. Regards!

My weblog forex robots ()

Anonimo ha detto...

Hey I know this is off topic but I was wondering if you knew of any widgets I could add
to my blog that automatically tweet my newest
twitter updates. I've been looking for a plug-in like this for quite some time and was hoping maybe you would have some experience with something like this. Please let me know if you run into anything. I truly enjoy reading your blog and I look forward to your new updates.

my blog options trading ()