domenica 21 aprile 2013

IL GOLPE DEL CINTO ERNIARIO E I COLPEVOLI



Provo uno sconforto, una rabbia e un’amarezza indicibili. Il post di ieri pomeriggio è stato pubblicato di getto, senza una seria riflessione, con gli occhi pieni di lacrime. E’ davvero troppo il dolore che si prova quando si ha la consapevolezza che una classe politica decrepita e arraffona ci ha rubato definitivamente la speranza. Con un calcolo di spartizione, peraltro, che fa rabbrividire per la lucidità con cui è stato messo in atto. Senza pietà, sulle spalle di un intero paese. Era tutto già previsto e perfettamente orchestrato : la scelta di Napolitano, l’affondamento di Bersani, il governo Amato o Letta, il perpetrarsi di una politica che non rappresenta più nessuno, se non gli interessi di bottega di chi la fa. Non si spiega, diversamente, la stolida arroganza con cui la dirigenza democratica si è rifiutata per giorni non solo di prendere in considerazione la cristallina figura di Rodotà (uomo colto, competente, fuori dai giochi e quindi non manovrabile) ma addirittura di rispondere alle domande dei giornalisti e della gente comune che gliene chiedeva conto. Avevano già deciso, era tutto calcolato : salvare Berlusconi per salvare le prerogative di un’intera casta sull’orlo del collasso. Hanno ucciso la democrazia per salvare i loro privilegi e hanno trovato il colpevole perfetto: Grillo. Non sono loro che hanno giocato sulla nostra pelle, non sono loro che continuano a poggiare i culi flaccidi su scranni che non si meritano, estorti peraltro con la forza bruta di una legge vergogna. La colpa è di Grillo e di tutti quegli italiani (tanti, tantissimi anche del PD) che hanno creduto nel cambiamento e implorato per una politica che non fosse solo salvacondotto per il saccheggio. I colpevoli non sono loro, siamo noi : persone oneste, che lavorano, che ci mettono passione,  che cercano con la partecipazione attiva di dare un credito al futuro e alla speranza di tanti giovani che quest’Italietta di papponi e ignavi ha mandato allo sbando. Oggi, abbiamo davanti due sole strade : o mollare tutto, guardare al nostro orticello e mandarli affanculo; oppure, salire sul carro dello sconfitto e del colpevole e continuare a lottare. Non esiste più un problema di destra e di sinistra, ma solo una necessità di sopravvivenza. Schierarsi a fianco di Grillo e a coloro che come lui fuggiranno dall’inciucio è l’ultimo scelta che abbiamo se davvero vogliamo ancora combattere. Riempire le piazze e fargliela pagare a caro prezzo. E’ la nostra vita e quella dei nostri figli. Noi contro di loro, a muso duro e senza pietà.

PS : Ieri sera, ho avuto modo di confrontarmi con tanti ragazzi di ventanni. Non la solita fuffa che vive di capi firmati e cellulari, ma una gioventù creativa e partecipativa, musicisti e poeti. Tutti, peraltro, elettori del PD. Ascoltarli parlare e capire quanto si sentano disillusi e traditi è stato un pugno allo stomaco. Sanno di essere stati derubati ma non sanno come reagire. Si parlava di questo presidente, il peggiore della storia repubblicana, che deambula con treppiede e cinto erniario. E mi dicevano che non era l’età di Napolitano a sgometarli, ma il vecchiume e la muffa che rappresenta. Come tutto ciò sia stato possibile, ancora non lo capiscono e chiedevano lumi. Ho abbassato lo sguardo e ho chiesto scusa, perché al di là di ogni riflessione e spiegazione articolata, era l’unica cosa che mi sentivo di fare. Con la certezza nel cuore che questi ragazzi non smetterò mai di difenderli, con tutta la forza e tutta la voce che posso.

Avrei voluto rispondere personalmente a tutti i commenti lasciati al mio post di ieri. Poi, ho preferito approfondire, per chiarire in modo articolato la mia posizione a chi (come Rouge) giustamente chiedeva una spiegazione alle mie succinte parole. 

Blackswan, domenica 21/04/2013

20 commenti:

Bartolo Federico ha detto...

alla fine, un alibi glielo trovano sempre.è la colpa è sempre di qualcun'altro.cosi sia.un abbraccio fratello anch'io ho pianto.

Arianna ha detto...

Hai detto bene: Rodotà forse, per loro, non era "manovrabile"...pensa...a quali requisiti e princìpi si attengono! Bisogna era falsi, disonesti, arruffoni...NO, IO NON CI STO!

Denny B. ha detto...

Provo il tuo stesso sconforto unito a rabbia, non mi vergogno che ho pianto, e mi mancano tuttora le parole per descrivere lo schifo della LORO classe politica
(non sicuramente mia né nostra) ma di chi ha votato PD credendo in un cambiamento e di Grillo che banfa banfa tanto, ma non fa nulla perché dietro ci sta quel sionista di Casaleggio che è in combutta con i poteri forti, gli stessi che hanno architettato tutta sta gran fiera della vanità e del potere ingordo e senza fondo.
Ma il peggio deve ancora venire, purtroppo.

kermitilrospo ha detto...

ora che avete (abbiamo) capito tutti (finalmente) come funzionano le cose a Roma si potrà andare immediatamente a nuove elezioni.

Badit ha detto...

Bel post Black!Per dirla (per l'ultima volta,giuro) come quel rincoglionito e per sdrammatizzare un pò,"è quest'acqua quà".Invidio sinceramente chi ha pianto,in qualche modo ha sfogato la rabbia.Io invece la tengo tutta dentro e non è affatto piacevole.Quello che mi fa ancora più rabbia è che mentre la destra festeggia a troie e champagne,"noi di una certa idea di mondo"(per non scrivere di sinistra),ci perdiamo nei distinguo e nell'addossarci colpe a vicenda.Ho sperato,nel vedere tante facce nuove e tanti giovani nelle fila del pd e del m5s,che si potessero unire per spazzare via il vecchio e proporre e fare qualcosa di nuovo.Ma i vecchi,nel senso più deleterio della parola,hanno vinto.E adesso vedremo.

rouge ha detto...

Lascio un commento giusto perché mi hai citato, non ho voglia di impelagarmi in polemiche inutili.
Comunque per come la vedo io se il M5S già il 25 febbraio avesse aperto a un governo Bersani sia pure condizionato non ci troveremmo in questa situazione, avremmo un governo nato per mettere in atto proposte in larga parte condivise e un clima un po' più sereno, con in più un Berlusconi fuori dai giochi. Questo non è stato fatto per volere esclusivo di Grillo (vi ricordo che quelli che oggi inneggiano a Rodotà, due mesi fa supplicavano Grillo di accettare un governo Pd). Bersani mi è parso l'unico a cercare, anche umiliandosi, una soluzione al problema e ora la colpa sarebbe tutta sua? Mi spiace, non la vedo così.
Il Pd ha notevoli problemi interni, e li sappiamo, li ha sempre avuti. Grillo è stato bravo a farne venire fuori le contraddizioni e ad approfittarne, ma mirando allo sfascio era prevedibile e a mio avviso Rodotà o un altro nome era lo stesso per quello che gli frega: distruggere il sistema partitico. Punto.
Voi forse lo vedete come cosa buona, io non tanto, anche perché lo stesso giochino con Berlusca non penso gli possa riuscire.
Poi un'altra cosa, qua tutti a riempirsi la bocca con la parola democrazia, poi però non si accetta quando viene applicata. In parlamento ci sono tre forze equivalenti, tre posizioni distinte e distanti che vuoi o non vuoi rappresentano tre identità nel paese che ci sono ed esistono e devono essere conciliate. Il Presidente della Repubblica deve rappresentare tutti, non solo una parte, seppure quella che pure io ritengo giusta. Il M5S ha dimostrato di essere un movimento integralista, o con loro o contro di loro, oltretutto filoguidato da una unica volontà (i dieci nomi proposti, nel modo in cui sono stati proposti, sono una presa per il culo bella e buona), se è questo che volete, andare dietro all'ennesimo cane che abbaia, auguri e buon viaggio.

Evil Monkeys ha detto...

Quando io leggo in Plutarco, ho noia, ho schifo di questa età d'imbelli!. . . 
Verdi - I Masnadieri

Baol ha detto...

Ci si può sentire derubati anche a 37 anni?

Baol ha detto...

Aggiungo la mia firma al commento di rouge

mi sento derubato, sì, ma anche disgustato da quello che sta accadendo.

L'italiano è tristemento votato alla dittatura

Ennio Flaiano

Haldeyde ha detto...

Caro Blackswan, forse ti è più chiaro il mio struggimento al momento di votare Grillo dopo una vita consacrata al PD. Poi ho attraversato il momento di pentimento, dopo la testarda negazione di qualsiasi compromesso con Bersani, che davvero si è umiliato per trovare la quadra con il M5S. Ma ieri ho capito che cos'è oggi il PD: un coacervo di centri di potere, interessati solo ad autoriprodursi, senza neppure essere la maggioranza rappresentativa del loro partito, che davvero è composto anche da tantissimi giovani e brava gente. Lo dico con tristezza, ma oggi sono un po' meno pentito di aver votato quegli squinternati del M5S, dispiaciuto per Bersani, ma non per quella parte di PD ancora saldamente in mano a D'Alema.

Galadriel ha detto...

Non sono più giovane come iragazzi che hai incontrato ieri sera, ma ho le stesse perplessità! Una sola differenza ..che a 63 anni non mi stupisco più di nulle e rassegnata che la vinceranno sempre loro.
Ci avevo creduto e sperato questa volta e per l'ennesima volta l'ho sentito dritto e secco in quel posto. Ora tiro i miei remi in barca e che facciano quel che vogliono..io ho chiuso! Mi preparo al peggio.
Ti saluto caro Black ti leggo sempre volentieri e sempre di più ti approvo. Felice che abbiate ancora speranza! Ti abbraccio.

Blackswan ha detto...

@ Bartolo : se non è dittatura questa...un abbraccio,bro.

@ Arianna : nemmeno io. Stiamo uniti e non molliamo un centimetro.

@ Denny B. : Non so che senso abbia il termine sionista, ma non è che mi piaccia molto. te lo dico con il cuore in mano, sapendo di condividere la stessa rabbia. Grillo ha sbagliato tanto ma tanto ha fatto bene. Banfa, ma se dai un occhio agli ultimi mesi della nostra politica, probabilmente ti accorgerai che qualcosa, anche di piccolo, ha già fatto. Non sono grillino, o almeno non lo sono stato fino a ieri. Oggi, invece, mi pare una grande persona perfino Casaleggio.

@ Kermit : magari. Ma dubito che se hanno messo in piedi 'sta farsa è perchè si possa andare a votare a breve.

@ Badit : i "vecchi" possono essere anche un bel patrimonio del nostro paese. In fin dei conti, anche io e te lo siamo. Ma non siamo superati e non finiamo di sdegnarci e di lottare. Penso che i nostri ragazzi abbiamo davvero bisogno del nostro aiuto, della nostra esperienza. Non mollare e tieni botta.

@ Rouge : non ti ho citato per spirito di polemica, ma con rispetto e con la volontà di confrontarmi con chi non la pensa come me ( mi riempio la bocca della parola "democrazia" forse, ma chi passa da queste parti sa che amo dialogare con tutti, senza insultare nessuno). Io preferisco un cane che abbaia a uno che invece morde,azzannandoti alle spalle. Il PD ha problemi che non dipendono certo da Grillo. Dipendono semmai dal fatto che è un partito senza un'anima, che dovrebbe stare a sinistra e invece è più a destra del nano ( a cui di politica non fotte nulla, vuole solo troie e impunità). Grillo, e io ho votato Rivoluzione Civile, non M5S, lo ha detto sempre che non avrebbe fatto accordi con la vecchia politica. Ma ha anche detto che a certe condizioni avrebbe governato con Bersani : un nome fuori dai partiti e un governo di spessore, non fatto dalle solite facce. Poi, a due giorni dall'elezione di Napolitano, ha anche aperto un'autostrada. Se Bersani davvero avesse voluto cambiare le cose, avrebbe accettato e avrebbe votato Rodotà, che è roba vostra, se proprio vogliamo, non di Grillo. Il fatto è che il Pd non può: è troppo colluso con B. e con la politica delle spartizioni.
Io non ce l'ho con te e ti rispetto, e spero davvero che gente come noi sappia trovare una strada in comune e ripartire, per il bene dei nostri giovani e di quel poco di futuro che ci resta da vivere. Diversamente, va bene lo stesso. Io non parto : sto qui e rompo i coglioni.
Un abbraccio.

Blackswan ha detto...

@ Evil :Plutarco e Verdi avevano già capito tutto :)

@ Baol : si, ci si può sentire derubati a qualunque età e la firma puoi apporla dovunque. Grazie per la citazione di Flaiano.

@ Haldeyde : credo che le tue parole rappresentino alla perfezione il sentimento di tanta gente che come te si è sentita tradita. Siamo confusi ed è un momento davvero difficile. Io non so più nemmeno se ho fatto bene a schierarmi a sinistra in tutti questi anni. Penso solo una cosa : se stiamo vicini e lottiamo insieme forse possiamo ancora farcela. Questi sono putrefatti : fra poco si squagliano.

@ Galadriel : tu sei una persona meravigliosa, che da quando sono sul web mi regala sempre belle parole e pensieri puliti. Mi sento di dirti, da amico virtuale,ma pur sempre amico, di non mollare. Di stare con noi e tirar fuori i sorrisi migliori e la forza che da sempre ti riconosco, per lottare ancora e essere di indirizzo per i giovani che ti stanno vicino e ti seguono. Sembrerò banale, ma ti assicuro che sono sincero. Vedrai, alla fine fine tanta pertinacia vincerà. Un abbraccio. Nick

Bartolo Federico ha detto...

io adoro nick e anche evil.

rouge ha detto...

Caro Black, se a te piace confrontarti, figurati a me.
Io capisco lo sdegno e la frustrazione, capisco un po' meno quando si perdono di vista certi particolari, non dico da parte tua, dico in generale leggendo in rete nella giornata di ieri.

Dici che Grillo ha aperto una autostrada... bene, è ciò che ha fatto il pd da subito, e il M5S si è guardato bene dal prenderla: per quale motivo il pd avrebbe dovuto ora fidarsi di interlocutori che fino al giorno prima lo hanno sfanculato? Tu lo avresti fatto? Io no. Per il bene comune? Certo, ma perché il bene comune è richiesto solo a una parte, perché non è richiesto anche e soprattutto ai cinquestelle? Non hanno niente da dimostrare? Per me devono ancora dimostrare tutto, perché finora io ho sentito solo urla e sciocchezze varie (tra l'altro, sicuri che siano così diversi? guarda cosa sta succedendo in Piemonte).

Rodotà, degna persona, ma lui o un altro per Grillo era lo stesso, il risultato che voleva raggiungere (far deflagare il pd) lo avrebbe ottenuto con chiunque, e per me Rodotà ha sbagliato a farsi prendere in mezzo.

Qui bisogna fare delle scelte di campo, e scelte precise. Non è possibile votare RC (come tra l'altro ho fatto pure io) e poi scendere in piazza con i grillini (come ha fatto Ferrero ieri, e c'erano pure i casapound!!). Non è possibile perché smentisci ciò che hai pensato fino al giorno prima, e va beh cambiare idea, ma qua la velocità mi pare esagerata.

Il M5S si è chiamato fuori dal gioco parlamentare, non vuole scendere a patti con nessuno: bene, sta fuori, e non ci sono storie. Questo se vuoi continuare a pensare che la democrazia rappresentativa sia comunque la cosa migliore. Se poi vogliamo delegare tutto quanto nelle mani di un ricco nababbo e un comico fallito, allora ok. Ripeto, per me auguri. Io me ne sto da un'altra parte.

Abbraccio ricambiato.

S. ha detto...

condivido l' analisi di rouge...e sottoscrivo.
ciò non toglie che sono ugualmente disgustata.
ciao Nick

Adriano Maini ha detto...

Apprezzo il commento di @Denny.b!

Blackswan ha detto...

@ Bartolo : ricambio :)

@ Rouge : Le conversazioni virtuali che facciamo qui sul blog le faccio tutti i gironi nella realtà Non ho astio verso di te e le tue posizioni. A me sta sul cazzo solo chi vota Lega e Pdl. Con gli altri, si vede in modo differente la realtà, ci possiamo mandare a cagare,ma alla fine stiamo sulla stessa barca. Quelli che mi stanno sulle palle sono questi politici marci,non la gente comune.
Quello che dici su Grillo posso ribaltarlo tranquillamente. Bersani e il PD non hanno fatto altro che insultarlo per tutta la campagnia elettorale e poi lo hanno corteggiato alla nausea. Mi sembra ci sia poca lucidità in questo. Io ho sempre votato sinistra radicale.prima PRC e poi RC. Ora, sono frastornato e disgustato. Di Grillo alcune cose non mi piacciono,ma poi ripenso a personaggi come Franceschini, D'alema, Violante o Renzi e mi pare che quelli del comico (Fallito ??? riempiva sempre tutti i teatri,mi par di ricodare)siano peccati veniali. Il fatto è che quando Grillo faceva spettacoli tutti lo adoravano. Poi, ha iniziato a far politica e a convincere la gente e allora, marcia indietro, è il nemico. Può essere anche vero tutto quello che dici, ma io non sosterrei mai un partito che ha governato,e governerà, con B e Monti.

@ S. : se la pensassimo tutti allo stesso modo sarebbe grave :) Ciao cara :)

@ Adriano : come sopra: non possiamo vederla tutti nello stesso modo. E' la bellezza del mondo :)

La firma cangiante ha detto...

I tuoi pensieri sono quelli di molti, i miei, degli amici, dei colleghi. Bisogna percorrere qualche altra strada e in frettissima. Purtroppo il processo temo fortemente non sarà piacevole per nessuno, è sempre più probabile che tutto quello che abbiamo costruito con i sacrifici di una vita, per quanto poco possa essere rispetto alla misura di ragionamento di queste MERDE, ci verrà portato via. L'unica è trovare un modo unitario e condiviso, una larga intesa per ROMPERGLI IL CULO!

Harmonica ha detto...

Scrivo a mente fredda, ma una cosa è certa: sono contento della fine che ha fatto il PD e sempre più convinto della mia scelta di non averli mai votati. Concordo in toto con te nella risposta che hai dato a Rouge.