giovedì 11 aprile 2013

ROCK PILLS


RIVAL SONS - HEAD DOWN
Genere : Classic Rock
 
Uscito lo scorso anno, il terzo lavoro dei Rival Sons l'avevo dimenticato nella pignetta dei cd in arretrato d'ascolto e l'ho recuperato solo in questi giorni. Un peccato, perchè probabilmente Head Down sarebbe finito nella classifica dei migliori dischi rock del 2012. Questi quattro ragazzi (occhio a Jay Buchanan, il cantante, che ha una voce davvero speciale) vengono dalla California e nutrono una passionaccia per gli anni '70, quelli di sponda britannica, però. Basta infatti ascoltare Keep On Swinging, la canzone che apre il disco, per rendersi conto che l'aria che tira da queste parte profuma di Led Zeppelin, Cream (Wild Animal) e Free. Nè soprendono tutte le altre canzoni (tredici, nel complesso) che suonano dannatamente classic (hard) rock e possiedono l' impatto energico (e furbetto) che riempie gli stadi di cori, di dita alzate verso il cielo e di luci d'accendini per il momento struggente della ballata (la bellissima Jordan). I Rivals Sons sono un gruppo derivativo, su questo non v'è dubbio, ma non sono scontati : hanno personalità, un bel suono grasso d'antan e un tocco di psichedelia che non guasta e rende Head Down un discone per tutti i nostalgici del genere.
 
VOTO : 7
 
 
 
 
 
 
 
 
FREE FALL - POWER & VOLUME
Genere : Hard Rock
 
Passando dagli Stati Uniti alla Svezia, la morale è sempre quella : hard rock, anni ''70, amplificatori valvolari e quintalate di sudatissima energia. E' il loro disco d'esordio, ma dei Free Fall la stampa specializzata parla già in termini lusinghieri, tanto che qualcuno li ha già definiti con l'appellativo di " nuovi Led Zeppelin ". Il paragone è ovviamente eccessivo, ma questa next big thing del classic rock è davvero un'interessante realtà. Suonano classico e citano molto, è vero. Tuttavia, sporcano il suono abbastanza da far pensare che possiedano anche un'attitudine molto garage. Nudi e crudi, insomma. Eppure, non picchiano e basta, anche di questo bisogna dargli atto. Ci sono si i riffoni all'Ac/Dc e gli assolazzi alla Page, ma i Free Fall sanno tentare anche l'azzardo di melodie più elaborate e complesse. Per questo motivo in Power & Volume coesistono la title track, una tirata pazzesca che fa pensare a dei Led Zeppelin strafatti di anfetamine, Free Fall, che sembra uscita dalla penna di Pete Townsend, e Attila, un rock lento e ipnotico, vestito di una marzialità vagamente orientale, che ricorda quell'altra canzone degli Zep che inizia per K e chiude la seconda facciata di Physical Graffiti. Rumoroso, nostalgico, interessante.
 
VOTO : 7
 
 
 
 
 
 
 
 
MILLIE JACKSON - THE MOODS OF MILLIE JACKSON : HER BEST BALLADS
Genere : Soul, R&B
 
Per coloro che invece hanno le orecchie dolci e disdegnano i suoni ruvidi dell'hard rock, ecco una proposta completamente diversa che interesserà soprattutto gli appassionati di black music. E' in uscita il 16 aprile, The Moods Of Millie Jackson, una retrospettiva dedicata alle ballate dell'ormai settantenne ex modella e singer di colore. Per i neofiti è l'occasione di conoscere una delle più grandi cantanti soul e r&b di sempre, che negli anni '70 era considerata la regina del dancefloor e vinse per ben tre volte il disco d'oro; per gli appassionati, invece, il modo per arricchire la propria discografia, dal momento che la raccolta annovera oltre a classici come It Hurts So Good e If Loving You Is Wrong anche gemme meno conosciute come Special Occasion e Angel In Your Arms. Millie Jackson, vale la pena spendere due parole, ha una voce speziata, calda, a tratti anche un pò ruvida e mascolina, e la sua idea di soul non è proprio quel che si dice convenzionale, visto che i brani abbondano di parlato e accenni rap. Quel che conta però è l'intensità e la sincerità che si respira durante le venti canzoni della raccolta: se è vero che il soul è la musica dell'anima, questo filotto dei suoi migliori down tempo  vi procurerà la pelle d'oca, per arrivarvi poi, inesorabilmente, diritto al cuore. Siete avvertiti: strapparsi le mutande è un attimo. Da brividi.
 
VOTO : 9
 
 
 
 
 
 
Blackswan, giovedì 11/004/2013

12 commenti:

Berica ha detto...

Che bella questa nostalgia!
Grazie :-)

Badit ha detto...

Ti lovvo!Giuro che è la prima ed ultima volta che uso questo termine!
:)

gioia ha detto...

Voto il gruppo derivativo...niente male :)

Irriverent Escapade ha detto...

Per quanto le mie otecchie non.siano esattamente dolci sai che sono andata subito a leggere di Millie Jackson...se non fossi sicura del.contrario ( viste tue recenti incursioni in territori a me molto graditi) penserei che tu stia postando dal cammino di Santiago. Black che vota la sua anima esclusivamente al Soul e al Funky....Rock on che va bene cosi;-)
I Rival Sons li ho ascoltati alla loro uscita e non ne ho un cattivo ricordo. Ma oggi, io, sono qui per Millie, a loro una nota speciale per una copertina (ahi, nostalgia del.vinile) davvero particolare

Irriverent Escapade ha detto...

Per quanto le mie otecchie non.siano esattamente dolci sai che sono andata subito a leggere di Millie Jackson...se non fossi sicura del.contrario ( viste tue recenti incursioni in territori a me molto graditi) penserei che tu stia postando dal cammino di Santiago. Black che vota la sua anima esclusivamente al Soul e al Funky....Rock on che va bene cosi;-)
I Rival Sons li ho ascoltati alla loro uscita e non ne ho un cattivo ricordo. Ma oggi, io, sono qui per Millie, a loro una nota speciale per una copertina (ahi, nostalgia del.vinile) davvero particolare

Euterpe ha detto...

Rival sons sono davvero irresistibili.
il brano che hai postato dei Free fall assomiglia molto a ...it's been a long time since I've rocked and rolled.....e va bene così

Ezzelino da Romano ha detto...

Quoto Euterpe,meglio i Rival.
I Free Fall mi sembrano un po' troppo cloni degli Zep, il cantante piega addirittura la mano all'esterno come Plant!
Keep on rockin'!

Blackswan ha detto...

@ Berica : mi sa che hai commentato il post sbagliato .)

@ Badit : devo iniziare a preoccuparmi ? :)

@ Gioia : voto registrato :)

@ Irriverent : Dentro me si muovo diverse anime : rock, soul, funky e azzurronere ;)
Il disco della Jackson è un portento : è in loop continuo.

@ Euterpe :la versione accelerata di rock'n'roll :))

@ Ezzelino : il disco è molto zeppeliniano, ma gli altri sono decisamente migliori.Nel senso che si evita il copia-incolla :)

Berica ha detto...

mi riferivo a:
... Head Down un discone per tutti i nostalgici del genere...

...la seconda facciata di Physical Graffiti. Rumoroso, nostalgico, interessante...

Blackswan ha detto...

@ Berica : scusami.Pensavo che avesso commentato per errore qui il post precedente con l'etichetta "nostalgia". Sorry :)

Harmonica ha detto...

Millie Jackson superba, il secondo pezzo del disco vale l'acquisto.
Ciao

Blackswan ha detto...

@ Harmorica : Concordo ! Un disco pazzesco che continuo ad ascoltare senza stancarmi un attimo.