mercoledì 29 maggio 2013

MISCELLANEE : PRAGA



Inizia da oggi una nuova collaborazione del killer. Lei è MoneyPenny, una cara amica con la passione per i viaggi, una predisposizione onnivora alla lettura e un passato, udite udite, da somelier. Con la sua etichetta Miscellanee, ci condurrà per le strade del mondo attraverso percorsi lontani anni luce dai consunti itinerari turistici. Non il classico diario del viaggiatore, quindi, ma dei post flash per suggerimenti mirati. Buona lettura.


Praga è veramente una città magica: ovunque si respira un'aria alchemica, eredità di un passato d'oro.
Lasciate perdere il Vicolo d'Oro, troppo turistico e fasullo. E' vero, proprio lì pare vivessero gli alchimisti chiamati a corte , ma ora di quel passato non c'è più nulla, solo casette colorate piene di souvenir. Molti vendono libri di kafka che pare abbia vissuto qualche anno in questa via.
Per respirare la vera Praga alchemica occorre perdersi, nel vero senso della parola, nel quartiere ebraico Josevof. Antico come non mai, ti sembra che in qualsiasi momento possa spuntare il Golem, creatura leggendaria della cultura ebraica, portata alla conoscenza dei molti dal romanzo di Gustav Meyrink.
Si narra che il rabbino Jehruda Low creo il suo golem attraverso l' uso della kabbalah. Per poter dare vita alla creatura d' argilla, incise la parola verità sulla fronte di quello che poi divenne il suo schiavo. Per interrompere la sua costante crescita e la sua "disobbedienza" incise la parola morte. Si dice che i golem del rabbino siano conservati nella soffitta della sinagoga, che vale la pena di visitare (la sinagoga, non la soffitta.....) essendo una delle più antiche d' Europa, fortunatamente sopravvissuta alla follia nazista.
Mi permetto di consigliare non solo il viaggio, ma anche un libro che vale la pena di leggere. In questo caso il Golem di Meyrink, non Kafka che sarebbe troppo banale per Praga (e che comunque non è nella lista dei miei autori preferiti).
Per assaporare la magica atmosfera della città, accompagnate la lettura con una buona birra ceca: se siete a Praga girate tra microbirrerie che ne producono differenti tipologie, se siete a casa.....qualcosa si trova nei negozi.


MoneyPenny, mercoledì 29/05/2013

9 commenti:

The Mist ha detto...

Sarò banale, ma quando penso a Praga mi viene in mente come prima cosa l'Absinthe, prima della birra.

Kafka e gli scarafaggi, a meno che non siano nella camera d'albergo, sono invece all'ultimo posto.

Grazie per le dritte :)

Badit ha detto...

Ottima iniziativa questa nuova collaborazione.Praga mi manca..nel senso delle città visitate.

Alligatore ha detto...

Bella questa descrizione di una delle città più magiche d'Europa... ovviamente io ho pensato agli Offlaga Disco Pax di Tatranky.

nella ha detto...

Benvenuta Money Penny e grazie infinite per i tuoi interessanti consigli!
Alla prossima...

Ezzelino da Romano ha detto...

Meravigliosa Praga, con la sua anima antica e con i suoi bellissimi edifici inizio 900 in stile Secessione.
Ottimi i microbirrifici, e tra le produzioni industriali (ma fino a un certo punto) la miglior birra è Staropramen.
Alchemica e misteriosa, Praga.
Vale davvero un viaggio.
Per avere un'idea, leggete "Di notte sotto il ponte di pietra" di Leo Perutz.
Grande Money Penny!

Money penny ha detto...

@the mist:
Ciao , sono d accordo che l assenzio e' da provare almeno una volta, ma non dirmi che ti piace il gusto!
Grazie a tutti per l'accoglienza!

Offhegoes ha detto...

Kafka banale per Praga?

ah beh allora portiamoci il libro cuore in Sicilia e non Pirandello o Sciascia.......

a parte questo dettaglio "banale" ;))... bella iniziativa :)

Blackswan ha detto...

@ Offhegoes : credo che con il termine banale intendesse scontato.

Adriano Maini ha detto...

Bella questa tua nuova iniziativa! Sul Golem mi sono, dunque, ripassato la lezione... Ma poi ogni città ha significati particolari per il singolo. Importante é vedere e narrare con mente aperta.