martedì 14 maggio 2013

PORCOBELLO

Oggi, sulla prima pagina de Il Fatto Quotidiano compare una fulminante battuta di Spinoza : " Berlusconi si paragona a Enzo Tortora. Porcobello.". Basterebbe questa icastica freddura per riassumere in modo efficacissimo l'ennesimo sproloquio del frodatore fiscale più noto d'Italia. Che Berlusconi si paragoni, o si accosti, anche lontanamente, a Enzo Tortora, galantuomo e persona per bene, è cosa da far ribollire il sangue. Un fregnaccia, spudorata e vigliacca, che può essere bevuta solo da chi  non ha la minima cognizione di cosa sia stata la più recente storia italiana. Berlusconi è furbo e non esterna mai a caso : paragonandosi a Tortora, sa perfettamente di accostare il proprio nome non solo a uno dei personaggi più amati della televisione nazionale ma soprattutto a un uomo che subì un gravissimo torto giudiziario, venendo tuttavia poi assolto e completamente riabilitato dall'opinione pubblica. I più giovani fra i lettori del blog probabilmente non si ricordano di Portobello, la trasmissione che per quelli della mia generazione rappresentava un appuntamento fisso di prima serata (mi pare il venerdì) e un esempio edificante di come allora si potesse fare ottima televisione (il contrario esatto di quella berlusconiana). Il programma, in onda dal 1977, venne bruscamente interrotto nel 1983, quando Enzo Tortora fu arrestato per associazione per delinquere di stampo camorristico dalla Procura di Napoli. L'accusa si basava su alcune dichiarazioni rilasciate da camorristi pregiudicati e da un pittore, Giuseppe Margutti, anch'esso pregiudicato per truffa e calunnia, poi ritrattate o rivelatesi palesemente false. Tortora si fece sette mesi di reclusione in carcere, poi commutati in arresti domiciliari per quei motivi di salute che qualche anno dopo ne causarono il decesso. Nel 1984, durante la prigionia, venne nominato europarlamentare nelle fila del Partito Radicale che aveva sposato la sua battaglia giudiziaria, e nel settembre del 1985 venne condannato in primo grado a dieci anni di reclusione. Il 31 dicembre del 1985 Enzo Tortora si dimise da europarlamentare, rinunciò all'immunità, e decise di continuare a difendersi NEL processo, restando così agli arresti domiciliari. Nel 1986, verrà quindi assolto con formula piena in Appello, sentenza poi confermata dalla Cassazione nel 1987. Ora, quale parallelo possa esserci fra le vicende giudiziarie di Enzo Tortora e quelle di Silvio Berlusconi, non è dato sapere. Al primo le manette le hanno messe, il secondo al massimo le manette potrebbe averle messe a qualche mignotta di stanza ad Arcore. Il primo rinunciò all'immunità parlamentare per poter essere libero di proclamare la propria innocenza e difendersi come un privato cittadino, il secondo invece non ha mai pensato a levarsi lo scudo immunitario nemmeno per firmare una cambiale. Anzi, a fronte di una colpevolezza conclamata (4 anni per frode fiscale confermati in Appello, e quindi la questione sul merito è chiusa), continua ad atteggiarsi a perseguitato (ma se fosse vero, non sarebbe in galera già da un bel pò?), a sobillare le piazze insieme ai suoi scherani, inducendo la gente alla violenza, e a inveire contro la magistratura (metastasi della società, quando lo condanna, paladina dei diritti civili, quando lo assolve, ops!, prescrive). Insomma, un conflitto istituzionale continuativo e programmato, farcito da un ventennio di leggi ad personam, depenalizzazioni assortite, compravendite vere o presunte di testimoni (vedi processo Ruby) e atteggiamenti dilatori volti a conseguire la prescrizione. Così, di fronte a questo ulteriore cumulo di sciocchezze, verrebbe proprio voglia di esclamare la celebre frase con cui Enzo Tortora chiudeva tutte le puntate di Portobello : " Big Ben ha detto stop!". Tradotto : Silvio, hai rotto il cazzo. Porcobello !

25 commenti:

Beatrix Kiddo ha detto...

Non aggiungo altro. Se non che gran parte degli italiani continua a credere in lui ed a votarlo...

The Mist ha detto...

Ancora una volta mi trovo a quotare fino all'ultima virgola.

Aggiungo solo che il Cavaliere è il "politico" con più elettori fantasma mai esistito al mondo. Viaggia attorno al 30% ma nessuno ha il coraggio di dire: io l'ho votato.

A volte mi chiedo se questo elettorato esista davvero, o se è composto, come me, solo di nebbia!

Enly ha detto...

Azione Civile correrà con Sel prossime elezioni politiche, meglio evitare e rimanere in Rifondazione.

Ezzelino da Romano ha detto...

L'amico nano è la solita merdaccia.
E più merde di lui sono i pennivendoli prezzolati che lasciano sola la povera Gaia Tortora a puntualizzare che le due vicende, umane e giudiziarie, sono imparagonabili.
Tortora è stato certamente un galantuomo e un esempio di rettitudine.
Una sola cosa gli rimproveravo: di non avere mai fatto pubblica ammenda per essersi scagliato, ai tempi di Piazza Fontana, contro Valpreda, anche lui poi risultato innocente ed anche lui di fatto ucciso da quella folle vicenda.
Ecco, essendoci in seguito passato a sua volta, mi sarei aspettato da Tortora una parola di scusa sull'argomento.
Ma a parte ciò, avercene di gente come Enzo Tortora.

Blackswan ha detto...

che essere spregevole...

nella ha detto...

Miglior titolo non potevano dargli...
Gli sta a pennello!

Femmina Gaudente ha detto...

e non solo si paragona. Considera fuori luogo l'intervento cautelativo delle figlie di Tortora dicendo che hanno perso un'occasione per tacere.
FG

Anonimo ha detto...

Dico soltanto una cosa,perchè tutti i santi giorni, all'ora di pranzo o per la cena, ci dobbiamo sorbire quella faccia di plastica, che sembra un vaso da notte,circondato dai suoi sudditi, che non hanno un minimo di vergogna a rappresentare un individuo cosi falso, che vuole far credere che vuole salvare l'Italia. Fa finta di non ricordare che prima l'ha affondata e poi fa finta di volerla salvare, tutto per i suoi sporchi interessi. Italianiiiiiiiiii. svegliaaaaaa.......

Badit ha detto...

Che ne dici Black,toglierei bello e lascerei solo porco

gioia ha detto...

Grandioso il titolo del post!!!!

Harmonica ha detto...

John Carpenter aveva ragione: "Essi Vivono"..non si spiega altrimenti l'ancora alto gradimento del nano di Arcore tra il popolino...

Galadriel ha detto...

Sono almeno dieci anni che non si fa piu politica per il paese. Tutto si muove attorno al nome del nano malefico: Contro o pro Berlusconi!
E ci si scrive fiumi di parole e intanto quel nome viene ripetuto migliaia di volte al giorno da anni.
Allora sarebbe neglio non parlarne?
Ma no visto che i suoi leccaculo dell'editoria continuerebbero a scriverne bene. Per fortuna esistono persone come te, che sai scrivere bene, che fa ilm controcanto....ecco bisognerebbe clonarti! Un abbraccio caro Black!

monty ha detto...

Quoto tutto

Adriano Maini ha detto...

Uno scritto esemplare, il tuo!

Blackswan ha detto...

@ BEatrix :Siamo noi contro loro,c'è poco da fare.

@ Mist : purtroppo no. ricodano moto da vicini gli elettori della vecchia democrazia cristiana. e chi mai l'ha votata la DC ?

@ Enly : io seguo Ingroia. Credo nell'uomo.

@ Ezzelino : Fa più specie ancora che dal PD e da Napolitano non si alzi nemmeno un refolo di critica.Tacciono, vili e infingardi.

@ Black : ributtante.

@ Nella : è vero.E' azzeccatissimo !

@ FG : E' pervchè ha la faccia come il culo. E nessuno glielo dice.

@ Anonimo : temo che gli italiani più che svegliarsi, si siano riaddormentati.

@ Badit : sarebbe perfetto ! :)

@ Gioia : bisogna fare i complimenti a Spinoza :)

@ Harmorica : gli zombie si tengono bordone l'un con l'altro...

@ Galadriel : non sono l'unico, fortunatamente: in tanti la pensano come noi e scrivono anche in un piccolo blog come questo per informare e discutere.Finchè dura, perchè in questi giorni vedo pessime censure. Un abbraccio affettuoso :)

@ Monty : Ne sono felice :)

@ Adri : grazie mille, mon amì :)

Sandra M. ha detto...

Con tanta dignità e fermezza gli ha risposto la figlia.
Ciao Blackswan, son di ritorno, anche se lento, lento, lento,....

economistapercaso ha detto...

...vorrei dire che non lo voteranno più, ma non è così. Può contare sul suo zoccolo duro (...ma anche sulle sue zoccol... vabbè, non farmi essere volgare!) ;.)

Alligatore ha detto...

Penso proprio che sia l'esatto contrario: Tortora era un innocente finito in carcere, B ...

Alligatore ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
mr.Hyde ha detto...

'Questo qui' non si ferma di fronte a niente, siamo abituati ai suoi sproloqui e ci ridiamo sopra a denti stretti. Putroppo 'questo qui',mi dispiace dirlo, riempie (o quasi) ancora le piazze di gente che gli crede o fa finta. Una parte allocchi, una parte prezzolati, una parte disperati. Mi fa piu' rabbia questo seguito che l'immoralità la falsità del personaggio stesso. Certo, tutto a scapito dei galantuomini (Enzo Tortora compreso). Un abbraccio.

Blackswan ha detto...

@ Sandra : ben tornata, allora :)

@ Economista : come darti torto ! E poi certe parole,anche se volgari, son ben contestualizzate :)

@ Ally : B. è un colpevole uccel di bosco :)

@ Mr Hyde : oltre agli allocchi, ai prezzolati e ai desperati, aggiungerei anche mafiosi, evasori, corruttori, corrotti,(im)prenditori,e più o meno tutti i frequentatori del codice penale.

mr.Hyde ha detto...

eh eh, giusto: quelli che in piazza non si fanno vedere..

Blackswan ha detto...

O se si fanno vedere, son travestiti con giacca e cravatta :)

metiu (scappato di casa) ha detto...

l'auto paragone con tortora è una delle peggiori che gli sia uscita dalla bocca. sempre che una graduatoria sia possibile. che squallore.

segnalo: https://twitter.com/search?q=%23nostrumentalizzazioni&src=hash

Ernest ha detto...

direi che Spinoza ha detto tutto.