giovedì 2 gennaio 2014

THE BAND – LIVE AT ACADEMY OF MUSIC 1971




Una tra le più interessanti uscite dell’anno appena trascorso è questo Live At Academy Of Music, edizione ampliata, riveduta e corretta del mitico Rock Of Ages, doppio live della Band uscito nell’agosto del 1972. Registrato in quattro serate tra il 28 e il 31 dicembre del 1971, questo cofanetto contenente quattro cd e un dvd quasi interamente audio con soli due video del concerto (esattamente di King Harvest Has Surely Come e di The W.S. Walcott Medicine Show), presenta una qualità tecnica eccellente (il remixaggio è opera di Bob Clearmountain), un booklet sfiziosissimo ricco di splendide foto e ovviamente una scaletta di canzoni il cui immenso valore artistico non avrebbe alcun senso spiegare nella presente sede. Il problema, semmai, è che questa edizione rispecchia abbastanza fedelmente quella di Rock of Ages uscita nel 2001. Il disco infatti era già stato pubblicato in versione rimasterizzata e, soprattutto, largamente ampliata,  con ben dieci pezzi in più rispetto alla versione originale, compresi i quattro brani in cui, nella data di San Silvestro, si era unito al gruppo (le cronache raccontano completamente a sorpresa), l’amico di sempre Bob Dylan (nei bis vengono eseguiti Down In The Flood, When I Paint my Masterpiece, Don’t Ya Tell Henry e ovviamente l’immancabile Like a Rolling Stone). L’unica novità di rilievo è la presenza di un inedito assoluto, Strawberry Wine, che pur essendo un discreto brano, nulla aggiunge alla magia di un live già di per sè indimenticabile. Senza nulla togliere alla grandezza di un disco, che come molti altri di quel periodo rappresenta un caposaldo della musica rock a stelle e strisce, Live At Academy Of Music 1971 è un cofanetto consigliato soprattutto a coloro che vogliono iniziare a conoscere  la musica della Band. Diversamente, se non siete proprio fanatici completisti, meglio evitare la spesa e tenersi stretta la versione del disco che già possedete. Di questa edizione, tuttavia, esiste anche una versione più economica composta da due soli cd che, a prescindere da ogni altra considerazione, restano un gran bel sentire.

VOTO: 9




Blackswan, giovedì 02/01/2014

5 commenti:

cri ha detto...

Credo di non conoscerli, ma adesso me li vado a cercare! Buon anno Killer!

Evil Monkeys ha detto...

Questo ho avuto l'occasione di ascoltarlo un paio di mesi fa quasi in anteprima... Bello, ci mancherebbe. Il problema di queste uscite è che sono eccessive. Una trentina di brani in scaletta... ottimo per i fan sfegatati, per i filologi, per gli appassionati(ssimi).
...poi uno si ascolta l'omonimo o music from big pink e si rende conto che assolutamente non c'è bisogno di altro. Del resto le case discografiche (e gli artisti stessi) devono pure commercializzare qualcosa.
Comunque bello.

Evil Monkeys ha detto...

...scusa aggiungo questo...
Sai qual è a volte il problema di noi "appassionati", fan, ascoltatori...che non ne abbiamo MAI abbastanza. Quando troviamo un gruppo che fa il grande disco ne vogliamo altri 100 così... A volte credo dovremmo avere la virtù di accontentarci.

Ciaoo!!

Blackswan ha detto...

@ Cri : secondo me li conosci, hanno scritto canzoni famosissime ! Buon anno a te, Cri :)

@ Evil : hai ragione su tutta la linea. Certe uscite hanno un senso solo perchè ci sono i fanatici come me che si comprano tutto. Ho anche provato a mettere un freno, ma è una patologia ormai :) Io ricompro i cd che ho già anche solamente se c'è una canzone in più :)

mr.Hyde ha detto...

Giganti!Dal vivo dev'essere stata un esperienza indimenticabile.Potente l'apporto dei fiati..