venerdì 29 gennaio 2016

CHE GRAN JAM, LASSU’!




Ieri se ne è andato anche Paul Kantner, un altro eroe della mia adolescenza e protagonista assoluto di tantissimi ascolti della mia vita. Leader dei Jefferson Airplane, prima, e dei Jefferson Starship, poi, protagonista di Woodstock (la performance dei JA alle 8 del mattino è leggendaria) e strenuo sostenitore della legalizzazione delle droghe leggere e dell’LSD, Kantner è stata una delle anime più creative del rock psichedelico e della controcultura americana di fine anni ’60… E poi? E poi, mi fermo qui, perché non ho più voglia di scrivere l’ennesimo ricordo di un altro grande musicista che questo 2016 si è portato via. Preferisco evitare, sento che il passo tra l’essere commosso e diventare patetico è cortissimo. Meglio, allora, pensare, sorridendo, che se dovessi tirare le cuoia in questi giorni, non sarebbe un brutto momento per morire. Lemmy, David Bowie, Glenn Frey, Black e Paul Kantner, tutti volati lassù, alla corte degli dei: vi rendete conto di che cazzo di jam ci stiamo perdendo?





Blackswan, venerdì 29/01/2016

4 commenti:

ReAnto R ha detto...

....dai che a momento debito li raggiungiamo e sai che festa!? ;o)

Blackswan ha detto...

@ReAntoR: secondo me si spacca ! Ma se aspettiamo una trentina d'anni è meglio :)

mr.Hyde ha detto...

Magari riusciamo a beccare il video su You Tube, sensa bisogno di spostarci...

Blackswan ha detto...

@ Mr Hyde: può essere :)))