mercoledì 24 aprile 2019

PREVIEW



Dopo averlo pubblicato in limited edition su vinile in occasione del Record Store Day, The Flaming Lips annunciano oggi King’s Mouth, il loro quindicesimo album in studio, in uscita il 19 luglio su Bella Union.
King’s Mouth vede la band percorrere territori inesplorati. Queste 12 tracce originali sono collegate fra loro dalla narrazione cinematica di Mick Jones dei The Clash. Inoltre la musica è affiancata dall’istallazione artistica del front man Wayne Coyne.
Presentata nel 2015, l’istallazione ha mostrato i suoi visual e i suoi paesaggi sonori psichedelici nel Nord America, presso musei quali Meow Wolf di Santa Fe, NM, l’ American Visionary Art Museum di Baltimora, MD, il Pacific Northwest College of Art Portland, OR e lo spazio creativo di Wayne, The Womb, in Oklahoma City, OK. Una vera e propria meraviglia artigianale, l’istallazione consiste in una gigantesca testa di metallo che accoglie gli spettatori al suo interno. Una volta entrati, uno spettacolo di LED inizia, accompagnato dalle musiche dell’album. L’album accompagna l’esibizione dal punto di vista sonoro, consentendo ai fan di ascoltarlo in qualsiasi momento.
Ampliando ulteriormente questo mondo sfaccettato e mostrando i dettagli di questo affascinante mito della creazione, il tomo letterario che lo accompagna, King’s Mouth: Immerse Heap Trip Fantasy Experience racconta la storia di King’s Mouth attraverso parole e visual di Coyne, aggiungendo così una nuova dimensione al progetto, tra i più ambiziosi di sempre per la band.
Coyne afferma, “Le qualità immersive e infantile di King’s Mouth nascono dalla stessa scintilla e dallo stesso utero delle live performance dei The Flaming Lips. Le avventure di The King’s Mouth sono adatte a tutte le persone, di qualsiasi età, grandezza, cultura o religione.”

La band recentemente si è unita alla The Colorado Symphony Orchestra per una performance del loro album The Soft Bulletin del 1999, alla Denver’s Boettcher Concert Hall. Questa esibizione segue quella originale del 2016 al Red Rocks Amphitheatre – considerata dalla critica come una delle più importanti esibizioni mai tenute al Red Rocks in 75 anni.
DATA UNICA IN ITALIA
01 settembre – Piazza Duomo, Prato





Blackswan, mercoledì 24/04/2019

1 commento:

Unknown ha detto...

Questi per me sono dei geni.
Hanno fatto una versione di Smoke on the water dei Deep Purple che è una cosa straordinaria.
Poi questa cosa della testa in cui uno entra e partono i led mi fa impazzire.
Grandi.