venerdì 24 febbraio 2012

IL SUPER-PIPPONE ECCOLO QUI

La storia del calcio pullula di bidoni clamorosi, mezzi giocatori, presunte stelle, fenomeni per una mezz’ora, campioni sopravvalutati, ciofeche a conguaglio, promesse mai mantenute. Ogni squadra che si rispetti ha annoverato fra le proprie fila un certo numero di questi calciatoricchi che, nel trasporto delle nostre conversazioni da bar, non esitiamo a definire, a volte con molta generosità, “clamorosissime pippe “. Peraltro, da tifoso nerazzurro, posso vantare una certa esperienza in tal senso, visto che sui pipponi che hanno militato nella compagine meneghina, sponda interista, si potrebbe scrivere una breve enciclopedia a fascicoli settimanali, con relativi aggiornamenti mensili. Gresko ( mortacci sua! ), Pancev, Centofanti, Gilberto, Aaltonen, panteganone Klinsmann, sono solo alcuni dei nomi di un rosario di nefandezze pedatorie con cui si snocciolano, come fossero ora pro nobis,  anni terribili di sofferenze, palpiti gettati al vento,  sconfitte clamorose e figure di merda di portata sesquipedale. Tuttavia, quando pensi di averle viste tutte, ma proprio tutte, spunta all’improvviso un personaggio che ti fa ricredere in un istante di quella che ritenevi fosse una strutturata, oltre che  ben argomentata, cultura in materia bidonazzi calcistici. Lui si chiama Deivid, ed è il centravanti, si far per dire, del Flamengo, una delle squadre brasiliane più titolate. Non so se nella vostra carriera di tifosi vi siate mai domandati quale sia il limite minimo invalicabile, oltre il quale è impossibile sbagliare un goal. Pensateci un secondo, dai, concentratevi ! Fatto ? Bene, adesso abbasssate l’asticella di almeno un metro. Perchè quello che state per vedere in questo filmato, non solo pare incredibile, ma forse è addirittura surreale. Immagino abbiate visto di tutto: lisci marchiani, svirgolate clamorose , rovesciate conclusesi con la lussazione della spina dorsale, colpi di tacco a favore dell’aria, lanci in tribuna, rinvii alla viva il parroco, stop chilometrici. Ma avete mai pensato di vedere qualcuno che sbaglia un goal simile ? Un goal così lo segni anche se hai quadrelli di porfido al posto dei piedi, se sei cieco o deambuli con un catetere. Un goal così, insomma, riuscirei a segnarlo anche io. Ma Deivid, no. Nonostante la difesa avversaria, si sia messa davvero d’impegno. L'attacante, poi, cade come un sacco di rumenta nel cassonetto. Ed è il momento migliore della sua azione.



Blackswan, venerdì 24/02/2012

28 commenti:

mr.Hyde ha detto...

ah ah ah ..da andarsene via in silenzio e intraprendere tutt'altra attività dove non ti conosce nessuno...Pero' il calcio è balordo..non è tutto così scontato, ed il bello sta proprio in questo..
..Gran bel commento. Ciao black!

Granduca di Moletania ha detto...

Brasiliano hai detto ?
Colori rossoneri ?
Ma allora è Roubino (Oppure il suo fratellino).

E lo dico da milanista.

Lucien ha detto...

Clamoroso!
Anche noi cugini comunque abbiamo avuto Calloni e Blisset che si sono distinti.

face ha detto...

dai succede a tutti.poi 1 posto in italia cè sempre:)

Affari nostri ha detto...

Come te sono tifoso interista, mi sa che quest'anno abbiamo una squadra ed una società un pò pippona!! Certo sono sempre quelli del triplete, perciò non vanno rinnegati e criticati, ma gli anni passano per tutti...spero l'anno prossimo ci sia una bella rifondazione e di certo non con tipi come Pancev:)

Melinda ha detto...

Mio nipote, 3 anni, avrebbe centrato la porta senza dubbio. Io, forse, avrei tirato peggio del tizio del video :P

ROBERTO ha detto...

Dai su, può capitare! :D

marco ha detto...

hahaha oddio...ma come ha fatto???
comunque Centofanti a Padova è diventato una sorta di idolo...più personaggio che calciatore, ricordo quando ha fine partita veniva sotto la curva e si abbassava i pantaloni, oppure le domeniche trascorse in curva con noi a bere vin brulè.
Per quanto riguarda le pippe in maglia biancoscudata ne sono trascorse di incredibili: quinteros, rudman, van utrecht, quanti bellissimi ricordi..e pure un inter padova 8-2

Zio Scriba ha detto...

Sul maledetto greskO te ne racconto una: ero presente a Inter-Piacenza 3-1, cioè la partita che precedette il 5 maggio, e nei minuti finali fui stupidamente GRATO all'arbitro Borriello che non tirò fuori il secondo giallo (sacrosanto) per quello schifoso brocco che era già ammonito...
Ti rendi conto? Se l'arbitrozzo faceva il suo dovere, quel pirla di Cuper sarebbe stato costretto, in Lazio-Inter, a inventarsi Seedorf terzino sinistro invece di lasciarlo criminosamente in panchina, e forse avremmo portato a casa persino quello scudetto, alla faccia della malavita organizzata!
(Ma forse anche non far squalificare greskO faceva parte delle direttive telefoniche: "Non vaggiamo sgualivigare aggesgo, mi raggobando...")

Cirano ha detto...

guarda se trovo su yotube un errore di Blisset nel derby con l'Inter siamo al top!!

Mary ha detto...

La palla è rotonda, e quindi tutto può succedere, anche mega papere come questa...certo non avrei voluto esssere al suo posto...che figura di merda!

Rouge ha detto...

No dai, Klinsmann il suo l'aveva fatto (pure se per far posto a lui avevate dato via Ramon Diaz: bestemmia!!!).

La firma cangiante ha detto...

Non ci si crede. Lo pagano anche?

Domenico ha detto...

Su Klinsmann non ti seguo!! Ne scelgo uno a reparto: Vivas (ma anche Gilberto o Bruno Cirillo che ho rivisto ieri contro l'Udinese: cioè, ancora trova gente disposto a pagare per vederlo giocare!); "Clark Gable" Vampeta, al cui confronto io sono Usain Bolt; l'inarrivabile "cobra" Darko Pancev, la scarpa d'oro più scarsa di tutti i tempi.
PS: un mio amico, ai tempi degli esordienti, fece peggio del giocatore del video. Azione identica, ma non riuscì nemmeno a colpire il palo. La mise fuori. L'allenatore non lo mise più in campo. Il mondo ha perso un calciatore ma ha trovato un avvocato...

George ha detto...

Ah, ah, ah, un vero fuoriclasse.

Lady Left ha detto...

Oh my god, Gresko...ahahah!
La mia dolce metà è interista, e quindi ben ricordo il clamoroso acquisto della vostra squadra...la sfotto ancora adesso se ne ho l'occasione :D
Molti calciatori però una volta arrivati nel campionato italiano si sono...trasformati? rivelati? non so, comunque, sono risultati bidoni...dai, non siete i soli ad aver preso delle sòle ;)

Euterpe ha detto...

Foi o maior inacreditavel !
cmq ne ho visti di peggio.Milito a Bergamo quest'anno non è molto diastante.

nella ha detto...

Sono genoana nel corpo e nello spirito , tesserata regolarmente nella gioia e nel dolore... Vuoi che non capisca, me tapina=?????

Slowhand78 ha detto...

Da vecchio tifoso interista ricordo tutti quelli già citati con un certo disprezzo. Vorrei aggiungere anche un calciatore che è stato un enigma più che un bidone: Dennis Bergkamp! Ricordo ancora il titolo della gazzetta quando fu acquistato: " Bettafa la Juve, Bergkamp" è dell'Inter!"... col senno di poi il titolo sarebbe dovuto essere: " Beffata l'Inter, Bergkamp è dell'Inter!" Ehhh.. ne avremmo da raccontarne noi interisti!
Comunque quel 5 maggio ero all'Olimpico e non mi è mai capitato di percepire così tanto odio concentrato nei confronti di una sola persona (Gresko), era proprio una sensazione tangibile! :)

Euterpe ha detto...

@ slowhand
con grande amicizia e senza alcuna polemica volevo ricordarti che la Coppa Uefa del 94 l'abbiamo vinta soprattutto grazie ai gol di Bergkamp.
@ Blackswan
Tra le pippe che hai citato penso che ti riferissi a Pancev e non a Pandev

metiu (casalingo disperato) ha detto...

killer, mon amì, con 'sto video mi hai fatto venire voglia di ritirare fuori le scarpe da calcetto. forse, a quarant'anni, ho ancora una chance nel flamengo.
quando giocavo con gli amici ero considerato una specie di ivan ramiro cordoba più peloso.
una specie rara.
e comunque anch'io, come domenico, rivaluto catello klinsmann: dai, ne abbiam visti di peggiori ;)

Adriano Maini ha detto...

Sì, l'avevo già visto, ma certo sul calcio, specie per questi aspetti, sempre più indotti da bieche motivazioni di profitto, ci sarebbe da scrivere qualche altra antologia. I tifosi, certo, non si possono consolare pensando ai bidoni degli altri.

Ezzelino da Romano ha detto...

Deivid è un grandissimo. Facesse una roba del genere uno dei miei al calcetto, verrebbe allontanato con ludibrio dal campo a tempo indeterminato.
Però, Blackswan, da parte tua che sai di calcio è inammissibile mettere Klinsmann a fianco di gentaglia come quella che hai citato. Klinsmann ebbe il torto (?) di entrare in una squadra costruita su equilibri d'attacco completamente diversi da quelli che lui era in grado di dare, cosa che avrebbe capito chiunque ma non i nostri dirigenti (tanto per cambiare) quando decisero di prendere lui per sostituire Ramon Diaz, che a fianco di Serena era perfetto.
Ma parliamo comunque di uno dei più grandi attaccanti degli anni 90, uno che ha fatto caterve di gol dovunque abbia giocato e che è stato titolare fisso della nazionale tedesca, quella di allora, non quella di oggi, giocandoci non mi ricordo se tre o quattro mondiali e vincendone uno (Italia 90) da protagonista assoluto. Metterlo a fianco di Gresko, Gilberto ed Aaltonen no, dai.
Ecco il punto: Gresko!
Mi chiedo e chiedo a voi, fratelli: per un dirigente di grande club che compra una merda del genere, non ci dovrebbe essere un tribunale del popolo che lo giudica e poi lo porta in giro per la città in catene affinchè tutti lo possano picchiare?

Conte di Montenegro ha detto...

C'è da dire che Milito a inizio anno ha fatto di peggio!

Ernest ha detto...

eh eh
dovrebbe esserci proprio un libro che si chiama "Bidoni"...
Cmq essendo genoano ragazzi ne ho visti parecchi, Centofanti ad esempio, Vink (aHHHHHHHHHH), Lassiter portoricano che dichiarò "farò 20 gol" poi ha giocato 3 mezzi tempi, per non parlare del vecchio Eloi, poi Perdomo, il trio di tunisini mamma mia!

Offhegoes ha detto...

da juventino e madridista posso annoverare elenchi di bidoni colossali...ricordo su tutti il killer Ian Rush o il russo Zavarov (se ricordo bene il nome). Certo che Pancev e Gresko sono stati allucinanti. Di Pancev si vedeva che era una pippa anche se faceva oltre 35 gol a stagione. Aveva dietro un certo Savicevic e i vari campionissimi della stella rossa che gli davano 8 palle gol nette a partita. Lui ne insaccava una e per questo l'inter lo compro' guardando la statistica dei gol fatti dimenticandosi di quella dei gol sbagliati... ;))))

ma viva il calcio...che solo calcio batte calcio :)))

El_Gae ha detto...

Io purtroppo, una volta, un gol così l'ho proprio sbagliato... un miliardo di anni fa

Tarkus ha detto...

...azz! e chi ci pensava più a Gresko? Credo avrai sulla coscienza la mia prossima notte insonne.