venerdì 25 maggio 2012

L'OPPORTUNISTA...


Miei cari ho messo i puntini a questo titolo , perchè si riferisce a me e sinceramente non mi sento tale , anche se in qualche circostanza mio malgrado lo sono stata.In questo raccontino di vita vissuta , sinceramente non volevo esserlo , anzi dovevo solo essere più che riconoscente a chi mi aveva dato questa opportunità. E invece ..i casi della vita...Forse lo sapete , ma forse no , ho avuto subito una folgorazione per Tom Waits, appena ascoltata la sua canzone " Ol'54" ero già completamente sua, immerrsa in quel fascino strano e morboso che non conoscevo. Freneticamente incominciai a leggere tutto o quasi ciò che lo riguardava , ma alla fine capii che proprio nessuno riuscirà mai a conoscere veramente una persona così. Noi siamo abituati a associarlo, al bourbon e al fumo suo grande alleato nei primi anni di carriera, nelle fumose bettole dell'underground newyorkese, lui venuto dalla piccola Pomona, irrequieto fin da bambino, sballottato da una parte all'altra degli USA per sua propria volontà. La sua culla è sempre stata la strada, gli avventurieri di passaggio, le prostitute che lo accompagnavano con una certa abitudine.Ma era la vita che aveva scelto, finchè non pensò di cantare pure lui come tanti, il diventare famoso gli poteva essere utile. Quella sua voce era la cornice giusta negli ambienti giusti, nulla di più allettante che le sue ballate on the road, tra un bicchiere e l'altro piene di fumo e di polvere. Ma attirava , coinvolgeva , questo suo strano modo, ti buttava in mezzo alla mischia, ti faceva conoscere luoghi per te proibiti. E si sa che il proibito alletta sempre. Eppure della sua vera interiorità si sa meno. Si identifica con le sue canzoni ( in parte è vero), ma pochi conoscono la sua vera natura . Un irlandese importato, timido, introverso, introspettivo e soprattutto noncurante degli altri. Non che non desideri la riuscita dei suoi album e piacere ai fans , questo mai, ma il suo successo è solo basato su scelte personali libere da mode , critiche , condizionamenti. Banditi i giornalisti o affini, è impossibile intervistarlo. Quando presenta un nuovo disco, fa tutto da solo , come una recita di una pellicola comica. Filma in una stanza che ci può sembrare piena e invece non la è, le domande e le risposte che meccanicamente si autofa' con estremo piacere  e divertimento per se stesso e per chi lo conosce. Abbiamo avuto il merito di Benigni che l'ha fatto arrivare in Italia. Ricordo due date memorabili per due diversi motivi. Il premio Tenco  a cui aveva partecipato, un miracolo  del cielo e il concerto di Firenze del 1999, a luglio con un caldo terribile , come solo la bellissima città ci può regalare.Mi misi in contatto allora con uno straordinario Fans club dedicato a lui e tutt'ora esistente per chi ne ha il prurito di andarsi a iscrivere. Comunque fatelo , ne vale la pena.! Il club è" Blue Valentine" e nacque proprio nel 1998, magistralmente diretto da Kira e Ceccoz che setacciano il mondo per portarvi notizie inedite. Mi iscrissi e conobbi Kira via e.mail. La nostra corrispondenza fu subito di amorosi sensi, a parte i gusti musicali, tutto coincideva, l'anticonformismo, le idee sulla vita , in breve ancor oggi pur vivendo molto lontana da me , posso dire che è diventata la mia più cara amica, malgrado il tiro barbino involontario che le ho combinato.Mi misi d'accordo con Kira per il concerto di Firenze, prima di tutto per Tom, ma anche per conoscere questi miei benfattori. Ci incontrammo e l'emozione fu plateale, persone mai viste che si incontrano come si conoscessero da secoli. I casi della vita! Che meraviglia. Assistemmo tremanti dall'emozione ad uno dei concerti migliori della storia, con un Waits in stato di grazia , una platea ricca di attori e con cantanti famosi, un pubblico brillante e partecipe, la prima performance del figlio Casey alla batteria , l'adorata moglie in platea( bellissima e sempre giovane...)e noi inondati di coriandoli multicolori che uscivano dalle tasche dell'orco di Pomona, il nostro Rain Dog, all'apice della sua performance. 

Eravamo talmente caricati dal tutto che usciti fuori non volevamo che la nostra serata finisse e tutti furono d'accordo di cercare l'albergo del nostro amato. Qualcuno sapeva dove poteva essere , ma cammina che ti cammina io ricordo di aver fatto quasi tutta Firenze al passo! Ma quando la fortuna bussa , le devi sempre aprire e infatti...Stavo parlando con Kira che mi aveva fatto leggere e vedere un libro sull'hobby di Tom di disegnare macchie di benzina e olio, cadute a caso dalle auto vecchie che adora riaggiustare, quando ci venne incontro un quartetto abbastanza sospetto. Voi non ci crederete, ma in mezzo si era incarnato il nostro Tommasino, vestito di nero con le sue solite due taglie in meno, diafano come un morto , con quegli occhietti indecifrabili che non potrò mai spiegarvi e un soriso sornione. Noi due donne ce ne accorgemmo per ultime, perchè eravamo prese tra una macchia e l'altra, ma quando si presentò davanti a noi sorridendo beffardo, io avevo in mano il suo libro di disegni e il ghigno diventò un compiacimento sul viso del Grande che subito mi fece domande su come ero venuta a conoscenza di tutto questo. Infatti in Italia il volume era sconosciuto, ma la mia Kiretta l'aveva importato dall'America.... Io trovai scuse plausibili non sapendo i precedenti e gentilmente mi chiese se volessi una dedica. Cosa potevo fare ? Certo potevo dire il nome della legittima proprietaria del libercolo, ma sul momento dissi il mio e così Kiretta  adorata , possiede una dedica che appartiene a lei , ma a mio nome. Ahahaha..., non la prese subito bene..ma poi incominciammo a ridere e a essere così felici della sorte, che tutto ci sembrò incantato.Quell'adorato uomo che negava le interviste era stato con noi.....non capiterà mai più! 







NELLA, venerdì 25/05/2012

10 commenti:

S. ha detto...

Nella dopo Gabriel, Waits...altro che adoro ;)
Solo che li avevo messi in cantina, causa ristrutturazione psichica...ciao :)

Melinda ha detto...

Il mio nome in realtà è Valentina e mi fecero conoscere "Blue Valentine", poeticissima e meravigliosa. La sto riascoltando proprio ora. Bellissima!
Le hai fatto proprio un bello scherzetto alla tua amica, per fortuna tutto è bene quel che finisce bene :D E siete state davvero fortunate.
Ciao Nellaaa!!! :)

Cirano ha detto...

poesia allo stato puro...mi piace anche come attore!!!

nella ha detto...

Per S = sono felice di incontrare i tuoi gusti, che non si discostano da miei...ho fatto centro , bene! Per MELINDA-VALENTINA = credimi mia cara che non ne avevo l'intenzione, ma presa dall'affanno del momento sono andata in paranoia..Si, siamo state realmente fortunatissime, beh ...ogni tanto un po di...c... ci vuole no?Un abbraciotto! Per CIRANO= giustissimo amico mio, adorabile anche come attore, un diavolo ricco di fascino come lui , l'ho visto poche volte....

Nora* ha detto...

Great Waits!

Elle ha detto...

Non conosco 'sto Waits, ma la storia dell'autografo è bellissima. Anche io ho un libro dedicato a Elle, un libro di mia proprietà con una dedica d'amore di un tipo che però, credeva di rivolgersi ad una mia amica alla quale avevo prestato il romanzo. Lui aveva attaccato bottone in spiaggia e, furbissimo, per scoprire il suo nome le aveva chiesto di vedere il romanzo che stava leggendo: io scrivo sempre il mio nome sui libri, lui convinto che il nome fosse della mia amica le ha scritto una romanticissima dedica a Elle, che però sono io ;)

nella ha detto...

Per NORA = Really superb.... Per ELLE = grazie cara amica del tuo racconto, vedi che spesso le cose ci accadono senza che noi lo desideriamo... Buon weekend!

Adriano Maini ha detto...

Ah, ma allora ... se é Nella che ha scritto questo pezzo e se Nella abita dalle mie parti come più di una volta mi ha scritto, sempre lei potrebbe intervistare qualche amico del Club Tenco. Io, pervicace tetragono - all'inizio per sovraccarico di altri impegni - alla frequentazione dell'ambiente - in generale, eh! - interessanti aneddoti su quella presenza di Waits a Sanremo, che pur mi sono stati raccontati, me li sono proprio dimenticati.

nella ha detto...

Per ADRIANO = amico carissimo, se è questo che desideri, se la salute mi regge, se il Premio Tenco si farà( è sempre un mistero...), ben felice di renderti contento! Stiamo in contatto , Adriano...

Anonimo ha detto...

Simply want to say your article is as surprising. The clarity for your submit
is just excellent and i can think you're knowledgeable in this subject. Well together with your permission allow me to grasp your RSS feed to stay updated with forthcoming post. Thanks a million and please continue the rewarding work.
My blog - best online casino bonuses