giovedì 22 novembre 2012

CIAO, AMICO FRAGILE



E' sempre un colpo al cuore per me, leggere qualche notizia riguardante Fabrizio De Andrè.Ora questa nuova uscita di dieci cd con tutti i suoi concerti live, interviste , curiosità, mi sembra sempre come una violazione alla sua privacy, che era un moto naturale del suo carattere, del suo modo di vivere, del gestire le sue cose .
Il primo tentennamento lo ebbi con le sue canzoni riascoltate con l'arrangiamento della London Simphony Orchestra diretta dal maestro Geoff Westley, che ha interpretato decorosamente i pezzi di Faber , con l'assistenza di Dori Ghezzi e della figlia Luvi, ma già una volta ho postato una pillola intitolata " Ne avevamo bisogno?" o  qualcosa di simile. Inorridita poi, dalla trasformazione di Via del Campo, ( non tutta per fortuna) in uno pseudo museo dove sono raccolti i suoi dischi, qualche nota scritta , i suoi spartiti, i manifesti, le magliette , tutto regolarmente in vendita.
Sarà anche un modo per ricordarlo, soprattutto a chi poco lo conosceva , ma per chi lo conosceva anche solo un po' fu un colpo al cuore, un prodotto ad uso commerciale che lo avrebbe fatto inorridire e riscrevere "Il Bombarolo".
Non contenti, c'è stata anche a New York City, una manifestazione dedicata tutta alle sue ultime produzioni in dialetto genovese. Devo essere sincera, un po' caldeggiata da David Byrne che ha sempre sostenuto che una delle migliori melodie italiane è " Creuza de ma", ma trovava limitato l'idioma con cui era scritta... E va beh, lo perdono! Io , però ...... e sono di parte.
Ora arrivano questi 16 concerti live, questo cofanetto come regalo natalizio...per carità molti saranno contenti, l'idea è interessante , ma io lo ricordo vivo con tutti i suoi grandi difetti ed enormi pregi.






Lo ricordo nel " Fabrizio De Andrè in concerto" nel 1998, un anno prima della sua morte( e questo è ancora più toccante...)presso il teatro Brancaccio di Roma.Nel 2004 è uscito questo dvd omonimo, con contenuti in versione restaurata.
 Ho avuto questa grande fortuna, non mi sarei mai perdonata di non poterlo più rivedere dal vivo , io che non ne avevo mai avuto l'occasione, poterlo vedere da vicino, poterlo sentire parlare familiarmente come un amico caro, un amico fragile.
Aveva proprio l'espressione e i modi di fare da ligure doc, un coriaceo ritroso che quando si apriva diventava guascone. Ricordo il suo camerino, che più di una stanza di passaggio era simile ad un bar , pieno di bottiglie di qualsiasi genere, dai super alcolici al vino d'annata. Zeppo di foto , le sue più care , i suoi figli, il suo mare, la sua adorata mamma Dori e non mancava anche "l'Agnata", il suo stazzo restaurato in Sardegna , dove forse qualche ricordo poteva anche essere dimenticato.


Non posso dire che lo vedevo molto sobrio, sono certa non sarebbe stato così eloquente, lui schivo a tutto quello che era media, impaurito per essere travisato in ciò che esprimeva, ma coraggioso ad esprimerla comunque e dovunque.
 Io lo ricordavo come spettatore ad un Festival di SanRemo, dove la sua Dori partecipava, e lo ricordavo nell'ultima fila dell'Ariston, mentre inutilmente tentava di nascondersi ai fotografi. Un grande!
Accompagnare un giornalista ed essere ligure , questa volta veniva a fagiolo per farlo esprimere più liberamente . Eravamo conterranei, eravamo cugini, ci si poteva parlare anche  un pochino in genovese, perchè no? Avevo sentito canzoni divine , un attimo prima da " Creuza de ma" a " Prinçesa", dalla "Città Vecchia" al "Testamento di Tito" e mi ero commossa ( ho la lacrima facile , lo ammetto...)sulle note dell"Infanzia di Maria".
 Ora questo grande artista rideva con quella risata un po' carica , come diceva lui " ebbra di vino" per il disordine della stanza, lo stesso della sua stanza da letto in casa che non condivideva con nessuno, se non con i suoi fogli, gli appunti, le sue chitarre , le sue note e le sue bevande.
 Considerava utile , avere sempre uno spazio per se stessi , pur avendo una vita matrimoniale densa d'amore, perchè l'uomo tende ad aver segreti che sono solo i suoi e di nessun altro.Un applauso , un applauso a scena aperta.
 Ricordava con allegria le sua bravate giovanili, con gli amici più cari, che poi, sempre da buon ligure erano sempre gli stessi, le sue incursioni in "terre proibite"(allora)...,la " Bocca di Rosa " che gli suonò il campanello di casa e ..non seppe dirle di no..la fece entrare!!
Sono di parte è certo, un'altra mia debolezza ( e ne ho infinite), anche il godimento di sentirlo raccontare come se tutti noi ci conoscessimo da secoli, e anche in questo scoprivo il lato ligure della cosa...
Nessun rancore per l'esperienza sarda, dimenticata, infastidito perfino a parlarne, ricordava con orgoglio, la sua tenuta, i sacrifici per farla diventare una vera e propria antica casa padronale, dove si mangiava il porcello (u gnu' gnù in genovese), si giocava a carte al lume del falò e si cantava  "Zirichiltaggia".
 Un anno dopo Fabrizio moriva , era il 1999  e la morte lo colse di notte per un tumore al fegato. Morì a Milano, ma non volle nessuna camera ardente, il suo corpo doveva ritornare alla sua Genova, perchè apparteneva a tutti quelli che lo avevano amato.
 E siamo ancora in tanti che ti ricordiamo, sei sempre nei nostri cuori e le tue parole , anche per chi non le capisce bene, sono pezzi di vita che ci accompagnano nel nostro cammino. Ciao " Amico Fragile"!!






NELLA, giovedì 22/11/2012 

31 commenti:

El_Gae ha detto...

Amato sempre. Unico rimpianto non averlo mai potuto vedere dal vivo. Quando passò a Vicenza ero uno studente ed il biglietto mi sembrava, allora, troppo caro.
Ed ora i Bubola, Cristiano e PFM che lo cantano sono bravi ma sono metadone.
Ho imparato a suonare il bouzouki per lui. Manco sapevo cos'era un bouzouki, prima.
Tutte queste riedizioni sembrano solo una macchina da soldi. Le nuove generazioni possono sempre comprarsi i vecchi dischi.

Blackswan ha detto...

Uno dei miei pochi miti musicali. Sabato sera, all'Orablubar, gli dedichiamo la serata. Si può vedere in streaming sul nostro sito.

m4ry ha detto...

Sono stata tirata su da mia madre con De André. Le sue canzoni sono indelebili nella mia mente, incastonate tra un ricordo e l'altro. Moltissimi anni fa, in quella tenuta in Sardegna ci sono stata. Lui era ancora vivo. E' stata un'esperienza mistica..indescrivibile..essere li, nella sua casa, tra le sue cose, nei suoi luoghi..ricordo tutto come un film. Le sue canzoni sono testi splendidi, indimenticabili, poesie cantate e suonate. Proprio qualche mattina fa, mi sono fatta il tragitto casa-ufficio con "Il pescatore" sparata a tutto volume..grazie per questo post..ha messo a "dura prova" la mia già fragile emotività di questi ultimi giorni...Baci mia dolce metà :)

nella ha detto...

Condivido il tuo commento finale caro EL_GAE...
Tutto sembra voluto per il business. manca la chiarezza e l'onestà che Faber possedeva!
Grazie infinite per le tue parole!

nella ha detto...

Spero caro BLACK che come l'ultima volta il mio PC non faccia le bizze...
Ci terrei proprio a sentirlo.
Avevo già visto la locandina sul tuo blog e ero rimasta stupita come avendo scritto proprio di Fabrizio, me lo ritrovavo sul tuo blog!
Strani scherzi del destino, ma il mio mood è quasi sempre collegato con il tuo...ahahahah...
Buona serata amico caro...

nella ha detto...

M4RY , mia dolce metà ...come ti capisco!!!!
La tua emotività è così chiara e pulita e ti raccomando di non forzarla mai e tantomeno farla sparire...tanto non ce la faremmo , stanne certa, te lo dice una che ci vive di certe cose e le somatizza tutte una per una, stando poi di un male ma di un male...
Ma spesso ci dona tanta felicità questa signora emotività, ci fa sentire cose , fatti e persone, che gli altri non scoprirebbero mai...
Outing=ti voglio sempre di più bene!!!!!

m4ry ha detto...

@ Nella : Ti sento molto simile a me..e faccio anche io outing : ti voglio un gran bene :) Sei speciale !

Irriverent Escapade ha detto...

Sottoscrivo Gae.
Mi fanno rabbrividire queste iniziative che, guarda caso spuntano come funghi dopo la pioggia giusto per essere definite "strenne".
Bleah.

Bisous, Nella

nella ha detto...

M4RY... per la serie " e volemose bbene!!!"
Lo faccio per sdrammatizzare altrimenti mi commuovo!!
Ciao amica unica!Magica serata....

nella ha detto...

Brava IRRIVERENT ( sotto le spoglie della simpaticissima Rosalind Russel...)è proprio quello che volevo sottolineare!
Superbisous!!!!!!

Massi ha detto...

Queste operazioni puntano molto sull'affetto dei fans. Chi acquista prodotti del genere lo fa per amore dell'artista e questo chi ci lucra su lo sa benissimo. A proposito di operazioni a scopo di lucro:a marzo esce l'ennesimo album inedito di Hendrix

gioia ha detto...

La Guerra di Piero, che mi insegnò la mamma, è una delle più struggenti ballate mai scritte...

Irriverent Escapade ha detto...

Brava a te che hai riconosciuto la mitica Rosalind Russel !!!

Adriano Maini ha detto...

Me lo fece conoscere, quando non era ancora noto, un amico prematuramente scomparso!

nella ha detto...

Ma dai MASSI... anche Hendrix continua a sfornare inediti!!!...
Quello che dici è molto giusto, poi sfruttando il periodo natalizio, l'industria prospera...
Un caro abbraccio!

nella ha detto...

GIOIA di nome e di fatto, cresciuta con una delle più belle ballate inserita nelle enciclopedie scolastiche!

nella ha detto...

IRRIVERENT cara ...
ho vinto qualche cosa?

nella ha detto...

Sinceramente un buongustaio il tuo amico caro ADRIANO!
smackkone.....

Massi ha detto...

@Nella: Si,esce dalla bara riesumato da quella sanguisuga della sorella e scrive pezzi nuovi

Ezzelino da Romano ha detto...

Un grandissimo.
L'unico cantautore italiano, per me, di valore assoluto.
Ma non ve la prendete troppo per l'ennesima marchetta commerciale, i vivi devono vivere ed ingrassare, e i morti non possono farci nulla.

nella ha detto...

MASSI, mi sono documentata...
Ma anche il fratello non è da meno , con la band di Jimi e tutto il resto e poi 'sta sorellastra che non lo aveva mai considerato....
E' proprio vero, la speculazione regna sovrana...
Ne farò quanto prima un post!
Un bacio!

nella ha detto...

Vero purtroppo EZZELLINO,anche noi , come i defunti dobbiamo solo assistere a queste manovre commerciali!

Massi ha detto...

@nella: Il fratello non s'è fatto una fortuna a suo nome,anzi....

Irriverent Escapade ha detto...

Assolutamente niente, amica mia....è doveroso riconoscere Rosalind Russel laddove la sua immagine sia abbinata ad
an Irriverent Escapade ;-)

nella ha detto...

Davvero MASSI?
Dalla fonte dove ho appreso la notizia che tu mi avevi comunque già dato , se pur difendendolo a spada tratta ,non desiste ad esibirsi con la vecchia band di Ji mi....
Beh , anche lui deve campare!!!
Grazie amico mio, un bacione e buon fine settimana!

nella ha detto...

IRRIVERENT ,dolce ed arguta amica mia..almeno un premietto per averti abbinata....
Te lo suggerisco?
Sarei onorata ti iscrivessi al mio blog..(ma è facoltativo, s'intende...)
Libertà ,libertà...
Bacissimi!

Massi ha detto...

@Nella: Lui prova rancore verso la sorellastra e verso il padre che l'hanno tagliato fuori. Comunque l'ho visto in qualche video e non ha la stessa abilità del fratello

nella ha detto...

MASSI , penso sia alquanto difficile confrontarsi con un tale nome e genialità...
Grazie come sempre...
Un bacio di cuore!....

Massi ha detto...

@Nella: Direi che è impossibile

nella ha detto...

Impossibile caro MASSI , hai detto bene....
Buon inizio settimana!
Smack!!!!1

Massi ha detto...

@Nella: Buon inizio anche a te