mercoledì 18 luglio 2012

PEOPLE HAVE THE POWER


Miei cari , non mi sono ancora ripresa dal Festival " Collisioni" fatto in quel di Barolo, e riparo in Killerania per cercare uno sprazzo di vitalità che il caldo insopportabile, la ressa impensabile di folla, gli avvenimenti seguiti in maniera caotica, hanno prodotto in me e mi hanno letteralmente messo quasi k.o.!!! In tutta onestà posso dirvi , non mancate un altr'anno a questo appuntamento , ma sperate in cuor vostro che le mille manifestazioni cultural-musicali , si riducano solo ( almeno) a cento.Ci avevano informati come previsioni metereologiche , nuvolo e pioggia, e sappiamo quanto il Piemonte in questo caso può essere traditore , anche perchè alla partenza in Liguria il cielo non era sereno e quindi... maglie, kway e più ne ha più ne metta. Arrivati in questo meraviglioso borgo medievale., si sono spalancate ai miei occhi tutto lo splendore delle Langhe, un verde brillante che accecava, un turgore di vitigni, colline che si stagliavano nell'azzurro cobalto del cielo e una temperatura di 43 gradi all'ombra...L'auto deve essere parcheggiata fuori città e un po' di footing non fa mai male, ma il pensiero di che cosa mi aspettava , un po' di apprensione me la dava. Non so quante migliaia di persone si sono affollate in questo luogo, so con certezza che il camminare era simile alla sfilata di un corteo funebre dove i passi sono cadenzati e non puoi certo andare di gran carriera. Le varie manifestazioni vengono eseguite in diverse piazze che prendono il nome dai colori, ma credetemi....  dopo un'oretta buona non distingui il giallo dal rosso, il verde dal blu. Neanche le gustose prelibatezze della cucina piemontese ti aiutano a riprenderti. E' una sensazione momentanea che ti assale e poi scompare , pronta per inseguire un cantante , uno scrittore , un comico, e tutto ciò che è arte nel senso più ampio del termine. Il mio venerdì fu un venerdì di sangue perchè avevo due grossi calibri da affrontare  : Capossela e Patti Smith. Tralascio i vari scrittori , comici , e altri cantanti presenti , perchè non mi basterebbero dieci pagine per descrivervi il tutto. Sopraffatta già da una giornata bestiale, da caraffe di vino che ti offrono lungo la strada, da bomboloni alle mele che ti rendono persante come uno scoglio di Quarto ( nota località ligure...) , mi accingo dopo essermi buttata letteralmente a terra per prender fiato e fumare una mezza cicca in santa pace , ad affrontare i miei due cantanti. So che Capossela aveva grossi problemi orchestrali, mancava il mixer, il palco era troppo piccolo per il numero di persone presenti, tutto andava per il verso sbagliato e la sua esibizione fu veramente disastrosa, mentre il mio cuore si faceva piccolo piccolo, per la simpatia che nutro per questo personaggio .

Non ebbi il coraggio di fare l 'intervista anche se ero fortemente protetta dal gentil signore protagonista di " Centovetrine" Roberto Alpi che mi incitava ad andare , ma all'improvviso mi si spalancarono le porte del Paradiso. Rinunciai a Vinicio , ma alla Patti mai ... e dove la trovavo un'occasione così ghiotta?Credetemi si può certo avere simpatia per una persona e vederla stravolta , ma la Smith è veramente qualcosa di così speciale da sembrare non bella , ma meravigliosa, dove il tempo non esiste , ma solo l'affascinazione che raramente certe persone possiedono e che ti portano in un'altra atmosfera. La semplicità , l'educazione, la gentilezza di questa persona non ha aggettivi che la possano spiegare . Ti parla con la sua voce melodiosa e non vorresti finisse mai. Ti racconta dei suoi tascorsi quando desiderava scrivere poesie , lei impiegata in una libreria e si beava tra le canzoni di Dylan sognando di cantare con lui. Ma il carattere non è acqua. Nei momenti di libertà suonava già per diletto con un piccolo complesso e la voce di questa strana e insolita ragazza giunse a Bob. La andò a vedere , ne fu affascinato e le chiese di aprire i suoi concerti. Patti rifiutò, mentendo spudoratamente e  dicendosi non interessata alla poesia. O cantare insieme o nulla e come sempre , quando si crede  fortemente in una cosa , tutto questo avvenne.  Parla della sua amicizia con Neil Young, dell'amore per l'Italia,  per il desiderio di avere come fidanzato Giuseppe Verdi, ( stupitevi)  della predilezione per Guccini , per l'infatuazione a San Francesco , svela con grazia i suoi dolori , le sue perdite , senza rancore , con un pizzico di dolce fatalità. Ha ancora voglia di dare , di lavorare , di scrivere , di sentire la folla che la ama, la folla e la gente che deve amarsi l'un l'altra , che deve lottare per tutto sempre insieme, perchè abbiamo noi ,solo in questo modo, il potere. Sono letteralmente rapita, ho dato un breve via a tutto questo e il resto è arrivato sciolto e naturale , come il complimento sincero alla camicia bianca di un corrispondente che le ricorda la sua foto di "Horses" , la decisione di tagliare i suoi capelli quando sarà pronta per il pensionamento, ma dovrà prima trovare una casa vicino al mare, con la sola compagnia di un cane ( adora tutti gli animali) e di una capra. Il concerto deve avere inizio. Pensavo con terrore che la magia finisse. Ma era appena iniziata. Quella figura un po' spigolosa , sul palco si trasformava in qualcosa di impalpabile, leggero e sottile, che con movimenti perfetti e con un senso del ritmo straordinario, ti catturava come una maga. La sua personalità era arrivata dentro di noi in tutte le sue forme. Eravamo stregati dal movimento delle sue mani, dei suoi fianchi, di quel rock a volte prepotente che ti ordinava di muoverti , di agire , di vivere! Sinceramente io non mi sono ancora ripresa. Le magiche maglie di quella voce , di quella musica sono ancora con me. Non perdetela ragazzi , è una forma di droga che non vorreste mai abbandonare!



NELLA, mercoledì 18/07/2012

8 commenti:

nina ha detto...

uno splendido articolo su una splendida artista.
Grazie Nella, me lo sono proprio goduto e mi ha aiutato a conoscere più da vicino una donna che già ammiravo e che ora amo di più.
Un caro saluto
Nina

nella ha detto...

Per NINA = grazie cara amica per aver centrato chiaramene ciò che volevo esprimere. Un grande abbraccio!

m4ry ha detto...

Che bello questo post Nella. Non fa altro che confermare la mia idea su Patti e sulle persone che hanno una grande personalità.
Ci sono persone che hanno il potere di affascinarti e stordirti per ciò che sono dentro e per il modo in cui riescono ad esprimerlo...potrebbero avere due teste e 4 gambe..ma finiresti per non accorgertene, perché tu vai oltre le apparenze, vedi altro, vedi solo cose belle.
Una grande donna e una grande artista.
Un bacione Nella :)

Adriano Maini ha detto...

Più leggo notizie sulla Smith, più mi appare un personaggio straordinario!

Ezzelino da Romano ha detto...

Nella, io sono un fan della prima ora di Centovetrine, che ritengo un faro della cultura occidentale, e quindi la mia domanda è su Roberto Alpi, il grande Ettore Ferri.
Non ho capito bene, qual era il suo ruolo nella vicenda?
E lui che tipo è?

nella ha detto...

Per MARY = ti assicuro dolce Mary che questa donna e chiamarla tale è limitativo, è anche bella... Non mi chiedere perchè non te lo so spiegare o forse ho cercato di farlo capire nel post. Il fascino, il charisma di una persona o ci sono o non li puoi acquisire... Un forte abbraccio dolce amica mia!

nella ha detto...

Per ADRIANO = caro il mio Adriano, non hai sbagliato ancora una volta... e' qualcosa di straordinario! Abbraccio!

nella ha detto...

Per EZZELINO = ahahahah... carissimo amico mio, nella vicenda il noto Ettore Ferri di " Centovetrine" (sic), ha avuto il santo ruolo di ordinare un pochino l'organizzazione interviste, alquanto latente... E ti assicuro che come buttafuori non è poi proprio tanto male! Con forte simpatia , un grande abbraccio!